“Human Rights Nights”. Ingresso libero al cinema

Bologna, 7 mag- Human Rights Nights, il festival che affronta i molteplici aspetti legati al tema dei diritti umani torna a Bologna dal 9 al 18 maggio. Cinquanta proiezioni da oltre 30 paesi del mondo per la prima volta a ingresso gratuito.

Quest’anno il festival, come sempre realizzato anche con il contributo della Cineteca di Bologna e dell’Alma Mater, si soffermerà sul tema delle nuove povertà. Il 15 maggio alla biblioteca Renzo Renzi, ci sarà una giornata di studio aperta dal segretario Cisl Alessandro Alberani, nella quale interverranno anche diversi docenti dell’università di Bologna attivi nell’impegno sociale.

Al Cinema Lumiere ci sarà la proiezione dei 50 film da oltre 30 paesi diversi, dal 14 al 18 maggio per la prima volta ad ingresso gratuito. Oltre a registi già affermati verrà dato spazio anche a nuovi autori da scoprire. Tra i tanti film: “In Grazia di Dio” di Edoardo Winspeare, “Food Savers” di Valentino Thurn, “Container 158” di Stefano Liberti e Enrico Parenti, “War Witch” di Kim Nguyen e come film di chiusura “Salma” di Kim Longinotto. Verrà inoltre dato spazio alla proiezione di due film per i bambini, grazie al progetto formativo della Cineteca “Schermi e Lavagne”. I titoli per i più piccoli sono: “Tainà, una leggenda amazzonica” e “Khumba- Cercasi strisce disperatamente”.

In campo musicale invece, l’appuntamento è in piazza Nettuno durante la Strabologna con la “Danza del leone” di Moulaye Diallo. Al Giardino Klemlen del Cavaticcio invece troveremo numerose perfomance di vari tipi di danza e aprirà inoltre il Mercatino verde del mondo, uno spazio- mostra di eco-design, cucine dal mondo, produzioni biologiche e a km0. In Piazzetta Pier Paolo Pasolini una galleria all’aperto ospiterà diversi progetti d’arte e fotografia.

Ultimo appuntamento di questo lungo festival è la partecipazione dell’associazione in Sport per la diversità @HRN. L’ex atleta burundese Venuste Niyongabo, che ora vive sotto le due torri, correrà alla Strabologna e l’associazione parteciperà inoltre agli eventi di Inside Sports& Music all’Istituto penale minorile e Why Not ai Giardini Margherita.

Il festival si conclude il 18 maggio con una festa al mercatino verde al Giardino Klemlem.

Ne ha parlato ai nostri microfoni Giulia Grassilli, direttrice artistica del festival Human Rights Nights.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.