Wu Ming 4 difende la Terra di Mezzo

Wu Ming 4 Difendere la terra di Mezzo

Bologna, 23 nov. – Un altro libro su Tolkien, di cui c’era bisogno, per liberarlo “da decenni di incrostazioni ideologiche”, per “Difendere la Terra di Mezzo“. E se l’autore  è Wu Ming 4 il risultato non può che essere un libro di battaglia, ma anche di approfondimento concreto, basato sui testi del più celebre scrittore di fantasy. Sarà in libreria, edito da Odoya, da giovedì 28 novembre, e a Bologna sarà presentato il giorno stesso alla Feltrinelli di piazza Ravegnana alle 18.

Wu Ming 4 non è un novizio del tema: oltre a a scriverne da tempo su Giap, ha curato la riedizione critica del testo di Tolkien Il ritorno di Beorhtnoth figlio di Beorhthelm (Bompiani, 2010) e nello stesso anno è stato tra i relatori del convegno internazionale “Tolkien e la Filosofia” (Modena), i cui atti sono stati raccolti nell’omonimo volume (Marietti, 2011). Da due anni tiene conferenze su Tolkien al Lucca Comics & Games.

Abbiamo chiesto alla quarta penna del collettivo di scrittori da chi vuole difendere la Terra di Mezzo. Nell’intervista Wu Ming 4 attacca due interpretazioni: quella del “monnezzone“, la gallina dalle uova d’oro commerciale, e da quella del manifesto ideologico e nostalgico. Con lui abbiamo parlato anche del saggio di Thomas Alan Shippey, che fa da appendice al volume, sul rapporto tra il mondo di Tolkien e la rappresentazione delle classi sociali nella letteratura.

Da febbraio al Laboratorio 41 Wu Ming 4 terrà un laboratorio sull’opera di Tolkien. Ma quali sono le rezioni che il suo lavoro ha ottenuto finora? “Tutte le volte che si nomina Tolkien succedere un piccolo putiferio” ci spiega Wu Ming 4. Abbiamo parlato anche della lezione tenuta da lui all’Xm24 lo scorso aprile, #OccupyMordor: “Era una lezione sul murale di Blu, non su Tolkien” precisa.

 

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.