Veto della Cgil sul bilancio del Comune: togliere la tassa sulle materne

Bologna, 12 dic. – L’aut aut della Cgil a Palazzo D’Accursio arriva dopo la trattativa di ieri sulla tariffa che il Comune ha già deciso di introdurre sulla scuola dell’infanzia, facendo una clamorosa marcia indietro rispetto al 2011, quando la prima giunta Merola abolì la tariffa d’iscrizione decisa dal commissario Anna Maria Cancellieri. Nell’incontro avuto ieri con l’amministrazione comunale, “la Cgil di Bologna ha ribadito la sua contrarietà all’abrogazione della gratuità della scuola dell’infanzia nella nostra città, chiedendo di conseguenza nuovamente il ritiro della relativa delibera“, spiega un comunicato firmato dal segretario Maurizio Lunghi. “Questa, per noi, è la condizione necessaria e indispensabile a che, la prossima settimana, si possa procedere positivamente con la più generale discussione in merito al Bilancio del Comune di Bologna”.

La risposta è attesa per il 14 dicembre, quando il Comune, fa sapere la Cgil, darà una risposta ai sindacati che hanno già consegnato un possibile verbale di incontro. Ma il sindacato già registra un’apertura al confronto da parte del Comune, riportando che “ha accettato di avviare un confronto sulla modifica dei contenuti della delibera”.

Una volta che sarà ripristinata la gratuità, secondo Lunghi si potrà discutere di come usare le risorse per calmierare i costi della mensa a favore delle famiglie in difficoltà.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.