Vandana Shiva: “Gli orti di Bologna mantengono la memoria”

07 set. – “Gli orti sono l’università della vita”, così Vandana Shiva ha inaugurato il salone del biologico e del naturale Sana, alla Fiera. L’intervento dell’attivista indiana per la biodiversità aveva per titolo “Semi di libertà, giardini di speranza. L’agricoltura biologica per salvare il mondo”. Secondo Shiva sottoporre anche i semi alla logica industriale delle multinazionali porta solo disuguaglianza e sfruttamento, oltre che una perdita della ricchezza di tutte le sementi considerate poco produttive. Una proposta di legge europea, presentata di recente, renderebbe illegale coltivare con semi non riconosciuti dalla Agenzia delle Varietà Vegetali Europee.

Per questo “gli orti di Bologna sono importanti perché mantengono la memoria” ha detto Vandana Shiva. Lì si conserva secondo l’ambientalista la biodiversità del nostro territorio, tanto quanto nell’Università di Bologna si conserva la memoria della cultura. A seguito del suo intervento Vandana ha piantato alcuni semi indiani nei vasi del Sana, verranno poi portati in uno degli orti urbani di Bologna.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.