Vaccino anti influenza. Settimo caso sospetto a Parma

Bologna 28 nov.- E’ a Parma il settimo caso sospetto di morte avvenuta dopo 48 ore dalla vaccinazione anti influenzale con il Fluad della Novartis. L’Asl di Parma ha segnalato al ministero la morte di un uomo di 80 anni con una patologia cronica che si era sottoposto a vaccinazione. L’anziano, a differenza degli altri sei casi sospetti, non era stato vaccinato con una dose appartenente ai lotti ritirati dall’Agenzia del farmaco.

La Regione aveva spiegato che nessuna dose di vaccino arrivata in Emilia Romagna apparteneva ai lotti ritirati.

”Un conto è una coincidenza temporale, un conto è stabilire una causa-effetto. Su questo spetterà all’autorità nazionale fare chiarezza”. Lo ha sottolineato Bianca Maria Borrini, responsabile malattie infettive e vaccini Azienda Usl di Parma. ”Noi abbiamo fatto la segnalazione agli organi preposti, ora partirà l’indagine per la valutazione del singolo caso”. Il paziente era stato sottoposto a vaccinazione sempre con il Fluad ma, ha spiegato Borrini, ”abbiamo usato sì lo stesso vaccino ma con un’altra data ed una diversa condizione di preparazione”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.