Vaccini, 300 bimbi non in regola. Ageop: “Dato preoccupante e non completo”

Bologna, 13 Mar. –  All’indomani del termine di consegna delle autocertificazioni per i dieci vaccini obbligatori, fissata per lunedì 11, sono risultati 300 i bambini non in regola nei nidi e nelle materne. Mentre Palazzo d’Accursio prepara le mail per notificare la sospensione da scuola alle famiglie inadempienti, i genitori dei bimbi  immunodepressi esprimono le loro preoccupazioni. “I dati sono riferiti solo alle scuole comunali – dice Francesca Testoni di Ageop – e non per quelle private e statali”, per questo si teme che in realtà potrebbe essere più alto.

“Si fa presto a mettere in pericolo la vita di un bambino. A settembre la mamma di un nostro bimbo si è trovata in classe con 8 compagni non vaccinati: questo significa mettere a rischio la vita dei propri figli, quindi non mandarli a scuola. Siamo a conoscenza di altri casi adesso ma non di come la situazione si sta evolvendo”, continua. Per questo Ageop si era detta fin dall’inizio contraria “quando uscì il decreto con la deroga alla presentazione della certificazione, perché è chiaro – conclude Testoni – che in questa maniera si lascia la responsabilità al buon senso dei singoli”.

      Francesca Testoni Ageop

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.