Università. Hobo contesta il prof Canevaro

hobo bolognaBologna, 21 mag. – Nuova iniziativa del Collettivo bolognese Hobo. Dopo la contestazione al prof Panebianco e l’iniziativa “anti-baroni” Spotted, ora Hobo ha deciso di contestare il pedagogista e professore dell’Università di Bologna Andrea Canevaro, che in un’intervista a Repubblica, aveva dichiarato: “Ho trovato in molti poliziotti una inattesa fragilità emotiva, ma anche una resistenza ad affrontarla. Uno mi ha detto: se chiedo l’aiuto di uno psicologo perché mi arrabbio troppo in servizio, i superiori e i colleghi pensano che io sia un debole, rischio la reputazione e magari la carriera”.

“Poverini – scrivono gli attivisti di Hobo in un comunicato polemico contro le dichiarazioni di Canevaro – (gli agenti, ndr) sono stressati e fragili, frustrati dalla brutta nomea che li circonda e li perseguita. Sì, ammette Canevaro, ci saranno le ormai mitologiche mele marce, ma l’albero è buono e va addirittura premiato.Questa mattina abbiamo riempito i muri della presidenza e dell’ingresso di scienze della formazione, la scuola di Canevaro, con le foto di alcuni esempi delle meritevoli azioni di queste figure stressate e fragili: portano i nomi di Giuliani, Aldrovandi, Cucchi, Bianzino, Uva, Sandri, Scaroni. Sono le immagini di cariche e pestaggi. Non ci interessa il grado di maturazione delle mele: è l’albero a essere marcio. Anche noi siamo un po’ stressati e fragili… Ci vediamo l’11 luglio a Torino!”. Perché Acab non è un film o un romanzo del mancato questurino Carlo Bonini: è una necessità.Un’ultima cosa: invece di spendere soldi per fare dei corsi agli assassini, i soldi dovrebbero essere dati all’università di studenti, precari e lavoratori”.
hobo 2

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.