Un’Islam expo al Parco Nord

19 ago. – I Giovani musulmani d’Italia hanno in progetto di organizzare a  Bologna una sorta di Islam expo. Avrebbero già pensato anche a quando e dove farla: a dicembre al Parco Nord. Dibattiti, conferenze, ospiti europei ed internazionali: una specie di fiera sulla falsariga di quanto avviene in altri paesi europei.

Al momento, dicono i gestori dell’area, non c’è ancora nessuna richiesta ufficiale per utilizzare gli spazi. Lele Roveri, responsabile organizzativo del Partito Democratico, dice che è arrivata la richiesta di un “preventivo per montare dei tendoni” alla ditta che cura gli allestimenti per la Festa dell’Unità. Ma per Roveri, comunque, “non avremo nessun problema a lasciare il Parco nord allìExpo islamico. Non ci vedo nessuno scandalo”.

Chi si scandalizza è, invece, puntuale la Lega nord che con il capogruppo in Comune Manes Bernardini chiede a palazzo d’Accursio di negare l’autorizzazione a quella che definisce “una provocazione da parte degli islamici“. perché una provocazione? perché dicembre è il mese in cui “ci sono l’8 dicembre e il Natale, è una vera e propria sfida“. E parte la sparata preventiva: “Se qualcuno poi ci chiedesse di togliere l’albero di Natale da piazza Nettuno per non offendere la sensibilità dei partecipanti?” si chiede Bernardini.

La vede diversamente l’ex sindacalista e deputato Pdl Giuliano Cazzola che scrive: “Credo che l’amministrazione comunale
debba concedere il permesso di svolgere a Bologna l’expo dell’Islam“. Il berlusconiano è convinto che Bologna debba “essere all’altezza di accettare questa sfida aprendosi al confronto senza manifestare né subire intolleranze da qualunque parte provengano“. Che si riferisse a Bernardini?

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.