Una Bologna a banda ultralarga

28 giu. – Una società mista per dotare la città di banda ultralarga tramite la fibra ottica nel sottosuolo per dare ulteriore impulso all’utilizzo della rete. E’ l’ipotesi alla quale starebbe lavorando l’amministrazione che spera anche nel ritorno economico della rivendita ai gestori telefonici dell’infrastruttura. L’idea è stata spiegata dall’assessore Matteo Lepore sulle pagine del Corriere di Bologna. Tra i possibili partner potrebbe esserci Metroweb che ha già cablato con la banda ultralarga la città di Milano e che ha in progetto di valorizzare con fibra ottica 30 città in Italia, tra cui Bologna .

Riccardo Tessari è l’addetto stampa di Metroweb riccardo tessari_sito

Proprio il sindaco Virginio Merola ha espresso l’intenzione di dismettere le quote del Comune in alcune società partecipate e la creazione di una nuova società che porti la banda larga per internet in tutta la città. Anche dove c’è già, bisogna superare quello che l’assessore Lepore ha definito “la strozzatura dell’ultimo miglio”, per permettere a imprese e privati di usare internet a una velocità fino a 100 megabit. La vendita delle quote nelle partecipate non servirà per la creazione di questa nuova società, sottolinea Lepore che spera di realizzare questo “sogno” entro il mandato.

ascolta Lepore  lepore

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.