“Tornino i totem in piazza Verdi”

Totem in piazza Verdi

Foto di Pino Semeraro

Bologna, 8 mar. – I totem devono tornare in Piazza Verdi. “Fratelli delle pianure e delle montagne rocciose, da troppe lune i lunghi coltelli hanno piantato le loro tende sul suolo sacro dei nostri antenati, portandoci via i nostri totem impedendoci di pregare il grande spirito”. Recita così la premessa alla petizione per riportare le sculture di Arnaldo Pomodoro in piazza Verdi, lanciata durante la festa di strada in ricordo di Francesco Lorusso. E’ rivolta all’amministrazione comunale e promette: “Siamo pronti a dissotterrare l’ascia di guerra”.

Dal 1972 al 1990 i totem “Furono i testimoni silenziosi delle gioie e della disperazione di una generazione, ridicolizzati e vilipesi, usati come supporto del tendone durante i giorni del convegno contro la repressione nel settembre del 1977, presi a pallonate e colpiti dai lacrimogeni della polizia sparati ad altezza d’uomo non solo nelle giornate di marzo”, spiega il testo della petizione “ai più giovani e agli smemorati”.

A lungo sono rimasti invisibili per la loro collocazione provvisoria e, secondo i promotori della petizione, lo sono tutt’ora nel giardino del Cavaticcio, come spiega Mauro Collina, dell’Associazione Francesco Lorusso.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.