Testamento biologico: il Comune interroga il Viminale

18 gen – A una settimana dal voto, il Consiglio comunale di Bologna chiede lumi al ministero dell’Interno sul registro dei testamenti biologici. Lo fa con una lettera, spedita il 15 gennaio al dipartiemento per gli Affari interni e territoriali del Viminale e firmata dal vice presidente del Consiglio comunale, Paolo Foschini, in cui si domanda se “in assenza di una specifica norma statale attributiva di competenze nella materia, il Comune possa legittimamente procedere a istituire un registro della Dichiarazioni anticipate di trattamento“. L’istruttoria del registro, in corso da mesi e nata sulla spinta di un’iniziativa di delibaera popolare della Rete Laica e del lavoro parallelo del centrosinistra, dovrebbe concludersi in settimana. Per lunedì, infatti, è previsto il voto in aula che dovrebbe dare il via libera al registro, a cui sono contrarie le opposizioni.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.