Terremoto in Emilia. Dopo Report, il M5s annuncia: “Convocheremo Styles in commissione”

“Depositeremo una richiesta di audizione in Commissione sia di Styles che della Gazzolo per cercare di ricostruire cosa successe”. E’ Andrea Bertani, capogruppo in consiglio regionale del Movimento 5 Stelle, a partire all’attacco di Viale Aldo Moro dopo l’inchiesta di Report dal titolo “La relazione dedicata al difficile lavoro della Commissione Ichese, incaricata nel 2013 di accertare se a scatenare le scosse del maggio 2012 fossero state le attività minerarie della zona.

Il lavoro della Commissione, presieduta dal geologo inglese Peter Styles, fu resa difficile da pressioni incrociate arrivate sia dal mondo delle imprese petrolifere che da quello della politica. Eni e Gas Plus, evidentemente informate dei lavori della commissione e della piega interpretativa che stavano prendendo, nel dicembre 2013 riunirono alcuni commissari e chiesero loro di escludere che ci fosse una relazione tra estrazioni e terremoto; la cosa fece infuriare Styles che la giudicò un’indebita pressione e che si lamentò con l’allora capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli. In seguito, quando la relazione finale fu ultimata, in inglese, a cercare di ammorbidire le conclusioni della commissione Ichese pare sia stata proprio Viale Aldo Moro che nella traduzione italiana avrebbe scritto che le attività estrattive avrebbero trascurabili rischi di sismicità indotta, a differenza di quanto sostenuto da Styles e commissari secondo cui non si poteva escludere che le attività minerarie potessero avere innescato la sequenza sismica. Agli occhi di un non addetto ai lavori può sembrare una sottigliezza linguistica ma agli occhi del professor Styles fu una vera e propria scorrettezza.

“L’inchiesta di Report solleva più di un interrogativo sulle modalità con cui la Regione gestì il lavoro della Commissione Ichese e che riguardano soprattutto la presunta volontà di stravolgere la relazione finale della Commissione che fu duramente contestata dal presidente Styles- scrive Bertani-. Dubbi davanti ai quali non possono certamente bastare i ‘non so’ e i ‘non ricordo’ dell’assessore Gazzolo davanti alle telecamere. Per questo depositeremo una richiesta di audizione in Commissione sia di Styles che della Gazzolo per cercare di ricostruire cosa realmente successe”.

I grillini puntano il dito contro Gazzolo perché lei faceva parte anche della giunta guidata da Vasco Errani “che tenne in un cassetto per mesi proprio la relazione finale del Commissione Ichese”. Alle domande del giornalista di Report, Gazzolo ha detto di non ricordare o “di non essere a conoscenza delle manovre che la Regione fece per cercare di smorzare le conclusioni alle quali Styles era arrivato”. Risposta che il grillino giudica “inaccettabile anche in virtù di una mail scritta dallo stesso Styles che fa riferimento alle richieste dalla Regione Emilia-Romagna. Possibile che la Gazzolo non l’abbia mai ricevuta o letta? La Regione fece o no pressioni sulla Commissione affinché la non correlazione tra stoccaggi di gas e terremoti fosse confermata? La Gazzolo poi era a conoscenza degli enormi conflitti di interessi che riguardavano i membri del gruppo di lavoro che analizzò il sito del Cavone?”

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.