Terremoto. “Controlli cantiere per cantiere” contro le infiltrazioni mafiose

17 ago. – A capo del Gruppo Interforze per la Ricostruzione in Emilia Romagna sarà il vice questore Cono Incognito, l’uomo che alla guida della squadra catturandi della questura di Palermo è riuscito ad acciuffare Bernardo Provenzano e i fratelli Lo Piccolo.

Lo ha annunciato oggi il vice capo della polizia, Francesco Cirillo, durante la presentazione del Girer che avrà il compito di vigilare, in maniera preventiva, sulle aziende che opereranno nei cantiere della ricostruzione dei paesi d’Emilia colpiti dalle scosse del maggio scorso. L’obiettivo, ha detto il governatore Vasco Errani, è dimostrare che non c’è spazio per l’illegalità durante la ricostruzione.

Le più sorvegliate saranno le aziende che si occupano di movimentazione e smaltimento delle macerie, ma anche le imprese edili finiranno sotto la lente della squadra guidata da Incognito, composta da poliziotti, carabinieri e finanzieri, che entrerà in funzione alla fine di agosto.

“Soltanto tutti insieme possiamo fare fronte comune contro questo nemico che non è un nemico invicibile” ha detto il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri.

Ascolta Cancellieri GIRERCANCELLIERI

I controlli verranno fatti, “cantiere per cantiere, privato per privato” ha assicuratoil governatore Vasco Errani che ha ribadito come la Regione da lui guidata sia in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata che da tempo ha infilato i propri tentacoli in Emilia Romagna.

Ascolta Errani GIRERERRANI

L’assessore alle attività produttive Giancarlo Muzzarelli ha spiegato quale sarà l’attività del Girer.

Ascolta Muzzarelli Muzzarelli_sito

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.