Teatrini di carta: le messe in scena fotografiche di Claudia Marini

cmarini

04 feb. – “Teatrini di carta parte dal mio amore per le fotografie vernacolari, che mi aprono piccoli squarci su vite a me sconosciute. Utilizzando frammenti di fotografie che acquisto nei mercati delle pulci di diverse città, creo, attraverso delle messe in scena, nuove immagini che contengono una forma di narrazione”. Così la fotografa e artista Claudia Marini introduce il suo lavoro che, a partire da oggi, sarà in mostra da Elastico, in via Porta Nova 12.

“Teatrini di carta” si inserisce all’interno del progetto “Teatri da Camera”, a cura di Silvia Mei e in collaborazione con il Centro di promozione teatrale La Soffitta. “Teatri da Camera” si propone di indagare il rapporto tra teatro e fotografia, che – come si legge sul sito del centro – “rappresenta oggi un imprescindibile termine di confronto per l’artista di teatro e un predisposto dispositivo teatrale: una modalità di lettura e costruzione della scena, ovvero una nuova testualità per il teatro iconografico del nuovo millennio”. Il progetto è partito il primo febbraio ed è suddiviso in tre parti: una seminariale, una spettacolare ed una espositiva.

La relazione tra il lavoro della Marini e il teatro si capisce dalle parole dell’artista stessa, che ha spiegato: “la relazione tra la scenografia (lo sfondo), i personaggi (la presenza umana) e la drammaturgia (il racconto), dà vita a ognuna di queste nuove immagini, per me nuove fotografie”. La mostra, ad ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 12 febbraio.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.