I tagli alla scuola bloccano il tempo pieno

28 lug. – 391 insegnanti e 117 tecnici e amministrativi in meno. 3.050 studenti in più. Una «drastica riduzione delle risorse destinate alle spese di funzionamento». Sono le parole e le cifre con cui il Consiglio della Provincia di Bologna denuncia «la grave situazione delle scuole del territorio» e chiede al ministero di fornire il personale necessario a garantire «la scelta formativa compiuta dagli studenti e dalle famiglie». Nella scuole dell’infanzia, infatti, sono ancora 453 i «bambini in lista d’attesa per 19 nuove sezioni da attivare e mancano 5 insegnanti per completare il tempo pieno; nella scuola primaria mancano insegnanti per la lingua inglese e per attivare 57 sezioni a tempo pieno richieste dalle famiglie; nella scuola secondaria vi sono richieste per sdoppiare 31 classi per sovrannumero».
L’”effetto Gelmini” si riverbera anche sulle scuole del capoluogo. «Non saranno riconfermate 12 sezioni a tempo pieno, il che significa che 300 bambini a Bologna non avranno letteralmente una sedia e un banco», avverte l’assessore comunale alla Scuola Simona Lembi facendo riferimento a dati provvisori, visto che quelli definitivi ci saranno solo a settembre. «Voglio essere esplicita. Noi ripareremo ai disastri della Gelmini e nessuno sarà lasciato solo a Bologna», assicura Lembi e ricorda che «Su questo c’è un impegno preciso del sindaco».
Il piano dell’amministrazione per contrastare i tagli alla scuola, già annunciato da Flavio Delbono in campagna elettorale, ora ha anche un nome: “Qualità assicurata”. Per attivare «misure urgenti da settembre a dicembre», «mi impegno sin dalla fine di agosto ad incontrare tutti, famiglie, associazioni, scuole: tutti quelli che hanno a cuore il sistema scolastico bolognese», promette l’assessore.
Ci saranno anche garanzie per le famiglie dei precari. L’obiettivo «è agevolare quelle famiglie che a settembre 2008 avevano fatto domanda per i nidi, dichiarando un reddito che poi è diminuito perché il loro contratto non è stato rinnovato», spiega ancora l’assessore Lembi.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.