Scuola: “Impugnate le lettere di licenziamento”

9 giu. – Impugnare le lettere di licenziamento davanti al giudice del lavoro. E’ questo l’invito della Federazione Lavoratori della Conoscenza della Cgil a chi sta ricevendo in questi giorni, o riceverà prossimamente, le lettere dell’ufficio scolastico regionale. Le lettere ai sopranumerari, coloro che perderanno la cattedra per effetto dei tagli, però per il sindacato sono illegittime e per questo si chiede di “sospendere le operazioni relative agli organici del personale“. La richiesta è stata fatta nero su bianco dalla Flc Cgil dell‘Emilia Romagna al direttore dell’ufficio scolastico regionale Marcello Limina dopo che il Tar del Lazio ha congelato le circolari del ministro Maria Stella Gelmini fino alla decisione definitiva del 19 luglio. In questi giorni infatti stanno arrivando agli insegnanti giudicati in sopranumero i decreti per la mobilità ma se il tribunale amministrativo desse definitivamente ragione al ricorso presentato da 755 persone tra docenti, genitori di vari coordinamenti nazionali questi traferimenti non sarebbero più validi. Anche la Regione Emilia Romagna sta valutando di costituirsi di fronte al tar del Lazio nella prossima udienza come chiesto da chi ha promosso il ricorso.

Raffaella Morsia è la segretaria regionale della Flc Cgil morsia

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.