“Siamo tutti frutto dello stesso sangue”. Torna Nuove generazioni italiane

Bologna, 31 ott. – Torna il festival “Nuove generazioni italiane“. Sabato 9 novembre al centro sociale Tpo di Bologna una serata al’insegna dell’arte, di narrazioni musicali, di racconti di voci attraverso cortometraggi, di condivisione. “Noi crediamo – dicono gli organizzatori – che siamo tutti frutto dello stesso sangue; e vogliamo dare voce alla bellezza dell’Italia. Un’Italia nuova ed interculturale”.

L’apertura della serata di sabato alle 17 (qui il programma completo) con la proiezione del corto Krenk, poi due dibattiti: “Diversity management” con la partecipazione di artisti, blogger, cooperatori e startuppers di seconda generazione; e “Cultura come cittadinanza”, con fumettisti e giornalisti. A moderare il direttore di Radio Città del Capo Riccardo Tagliati. Infine ci sarà la cena, performance dal vito e una serie di live musicali e concerti. Ad esibirsi ci sarà anche Maryam, giovanissima cantante e talento esploso a X Factor. Riccardo Tagliati l’ha intervistata.

      Nuove generazioni italiane - seconda edizione

Prenderà parte al dibattito anche Boban Pesov, “illustratore, vignettista sul web”, come si definisce lui stesso, “più italiano che macedone” visto che vive in Italia da oltre 20 anni. E da altrettanti fa i conti con gli haters online, provando a trasformare l’odio in gag.

      Boban Pesov

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.