“Serve un centro regionale per autistici adulti”

Bologna 13 ott.- Serve un centro regionale per autistici adulti sul modello di quelli che esistono a Reggio Calabria e a Torino. La proposta viene da Cathy La Torre capogruppo della lista Con Amelia per Bologna con Vendola che sabato scorso ha passato una giornata con Sara, una ragazza autistica, e con la sua famiglia.

cathy e sara

Cathy La Torre con Sara in piscina

La Torre ha raccolto una sollecitazione arrivata da Angsa, associazione genitori soggetti autistici, e le riflessioni dopo questa esperienza sono state molteplici. Il problema del “cosa sarà dopo di noi” che si pongono i genitori pensando a cosa accadrà dei loro figli quando loro non ci saranno più. A questo potrebbe essere utile un centro regionale. Per quanto riguarda i piccoli, grandi problemi di ogni giorno, i tagli ai trasferimenti agli enti locali hanno toccato anche i quartieri sul capitolo trasporti extra scolastici. Quindi se viene garantito il trasporto a scuola per tutte le altre attività ci sono delle limitazioni. Per questo La Torre lancia anche l’idea di un crowdfunding per acquistare un pulmino per Angsa. Infine la consigliera lancia un appello al sindaco Virginio Merola: “Accetti anche lui la proposta dell’associazione, passi anche lui un giorno con questi ragazzi e le loro famiglie, dal punto di vista umano e politico è una giornata che lascia molto”.

Ascolta La Torre

Marialba Corona è la presidente di Angsa, tra gli altri aspetti segnala il bisogno per i bambini e ragazzi autistici di avere educatori specializzati al loro fianco.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.