Serial K – Le serie Tv in Radio – Episodio 30 (s05) – Summer Special #2 – Next Tv Season Preview

30 - teaser podcast radio speciale upfront radio serial k

Serial K – Le serie Tv in Radio – Episodio 30 (s05) – Summer Special #2 – Next Tv Season Preview

Questa sera guarderemo dritto in faccia il #futuro!! Ecco a voi il nostro 2° Speciale estivo, questa volta dedicato alle #anteprime delle nuove #serietv che andranno in onda nella prossima stagione televisiva.

Tutti i titoli che verranno tra estate, autunno e inverno 2019: tutto quanto avreste voluto sapere sul futuro e non avete
mai osato chiedere!

Un appuntamento che ormai è una tradizione, perfetto per farsi venire l’ansia da prestazione!

Trovate tutto l’elenco delle nuove serie dopo il podcast, canale per canale!

Serial K – Le serie tv in radio torna il 24 Giugno con l’ultima puntata della stagione: i Serial K Summer Awards!!!
      Speciale Anteprime - Serial K Le serie tv in radio

 

DOWNLOAD

 

Ecco l’elenco completo di tutte le serie previste per la prossima stagione televisiva:

NBC – 4 Drama e 4 Comedy nuove

Bluff City Law – Autunno 2019 – Drama

Di Dean Georgaris (The Brave) e Michael Aguilar, Bluff City Law segue Jimmy Smits nei panni di Elijah Strait, noto avvocato di Memphis che chiede alla figlia di tornare a casa e lavorare nel suo studio dopo la morte della madre. Non si parlano da anni, ma lei accetta perché sa che, nonostante tutto il risentimento, lavorare al fianco di suo padre è la sua migliore speranza di cambiare il mondo… sempre che riescano ad andare d’accordo.

 

Council of Dads – Midseason 2020 – Drama

Tratto dalla biografia di Bruce Feiler, la serie racconta la storia di un padre la cui vita viene stravolta quando scopre di avere una malattia terminale. Decide di riunire un gruppo di amici fidati tra cui Anthony il suo più vecchio amico; Larry il suo sponsor agli alcolisti; Oliver chirurgo e miglior amico della moglie Robin che dovranno “prendere il suo posto” e aiutare la sua famiglia a gestire la vita.

 

Lincoln – Midseason 2020 – Drama

Ispirata dalla saga di romanzi de Il Collezionista d’ossa, il protagonista è il criminologo Lincoln Rhyme (Russell Hornsby) rimasto ferito durante la caccia al Collezionista d’ossa. Richiamato in azione quando il killer rispunta, forma una partnership con la giovane poliziotta Amelia Sachs (Arielle Kebbel) per catturare il killer e risolvere altri casi a NY.

 

Sunnyside – Autunno 2019 – Comedy

Garrett Modi (Kal Penn) vive il sogno americano: più giovane consigliere cittadino di New York, è l’orgoglio del Queens e una grana per l’elitario mondo della politica. La sua carriera finisce quando viene ripreso mentre è ubriaco. Con la sorella Mallory cerca di riprendersi e viene ingaggiato da un gruppo di persone che arrivano negli Stati Uniti sperando di diventare cittadini e aiutarli gli dà un nuovo scopo nella vita.

 

ABC – 4 Drama e 2 Comedy

Stumptown – Autunno 2019 – Drama

Ispirata dalla graphic novel Oni Press, la serie vede al centro Dex Parios (Cobie Smulders), veterana dell’esercito, tosta e senza peli sulla lingua, che lavora come investigatrice a Portland e risolve i problemi degli altri senza curarsi dei propri.

 

For Life – Midseason 2020 – Drama

Legal e family drama in parte ispirato alla storia di Isaac Wright Jr, detenuto diventato avvocato che si batte per gli altri mentre cerca di cambiare la propria sentenza per un crimine che non ha commesso. Una lotta necessaria per recuperare l’amore della sua famiglia. Attraverso il suo rapporto con una guardia donna, racconterà le falle e i limiti del sistema penale e carcerario americano.

 

Emergence – Autunno 2019 – Thriller

Thriller con al centro Jo (Allison Tolman) capo della polizia, che accoglie una bambina Piper che trova vicino il luogo di un incidente senza alcun ricordo di quanto accaduto. La donna finirà al centro di una vasta cospirazione il cui centro è proprio l’identità di Piper.

 

Mixed-ish – Autunno 2019 – Comedy

Spinoff di Black-ish ambientato negli anni ’80 con protagonista una giovane Bow, figlia di un uomo bianco e di una donna nera, che insieme ai fratelli deve imparare ad adattarsi alla vita fuori dalla comunità hippie in cui erano cresciuti, confrontandosi con una scuola e dei compagni che non sanno come “etichettarli” non essendo nè bianchi nè neri.

 

CBS – 4 Drama e 4 Comedy – Finale di Criminal Minds

Evil – Autunno 2019 – Drama

Una serie psicologica su scienza, religione e l’origine del male. Al centro c’è una psicologa che insieme a un aspirante prete e a un operaio, indagano su presunti miracoli, possessioni demoniache e altri eventi straordinari per capire se sono fenomeni soprannaturali o se hanno una spiegazione scientifica.

 

All Rise – Autunno 2019 – Drama

Le appassionate, caotiche, assurde vite dei giudici, procuratori, difensori d’ufficio, poliziotti di Los Angeles

 

FBI Most Wanted – Autunno 2019 – Finto True Crime

Da Dick Wolf le storie della divisione dedicata alla caccia ai criminali più ricercati

 

Tommy – Midseason 2020 – Drama

Abigail “Tommy” Thomas, ex poliziotta di NY (Edie Falco) diventa il primo capo della polizia donna di Los Angeles e usa la sua onestà e le sue capacità per gestire il nuovo ruolo fatto di sicurezza nazionale, legami politici e contrasti sociali.

 

The Unicorn – Autunno 2019 – Comedy

Un vedovo (Walton Goggins) vuole andare avanti con la sua vita superando un anno molto complesso, ma si renderà conto di essere totalmente impreparato a crescere le sue due figlie, così come a rientrare nel mondo degli appuntamenti

 

FOX – 6 Drama – 4 Comedy (tutte nel 2020) – WWE – Empire chiude

Deputy – Midseason 2020 – Drama

Bill Hollister (Stephen Dorff) è il vice sceriffo della contea di LA, ama più l’azione che le riunioni e la burocrazia. Quando lo sceriffo muore, si ritrova a dover prendere il suo posto.

 

neXT  – Midseason 2020 – Thriller

Un brillante ma paranoico ex CEO di una società tecnologica, collabora con un’agente della sicurezza nazionale che si occupa di cyber sicurezza per affrontare una crisi con al centro  un’intelligenza artificiale capace di migliorarsi.

 

Prodigal Son – Autunno 2019 – Drama

Malcolm Bright è il figlio di un famoso serial killer conosciuto come The Surgeon (Michael Sheen) e proprio per questo è diventato un esperto psicologo criminale che aiuta la polizia di NY mentre interagisce con una mamma manipolatrice, una sorella noiosamente normale e il padre killer che vuole creare un rapporto con lui. Descritto come un procedurale innovativo e dai toni dark-comedy.

 

9-1-1: Lone Star – Midseason 2020 – Drama

Un sofisticato poliziotto di NY (Rob Lowe) si trasferisce con il figlio in Texas e dovrà riuscire a bilanciare i propri problemi personali con il salvare gli altri.

 

Outmatched – Midseason 2020 – Comedy

Commedia familiare su una coppia di lavoratori (Maggie Lawson, Jason Biggs) del Sud Jersey con 4 figli di cui tre geni riconosciuti e certificati

 

NETFLIX

Tre docuserie spiccano tra i programmi a breve termine di Netflix: quella su Michael Jordan, The last dance, quella su Goop, il portale di megalusso e healthy living creato da Gwyneth Paltrow e Diagnosis, tratto dalla rubrica del New York Times che tutti amiamo e che parla di malattie misteriose e diagnosi miracolose.

Ma c’è ovviamente un botto d’altro, a partire da una marea di produzioni locali dalla Corea alla Spagna al Sud Africa, di cui non possiamo occuparci ora ma di cui speriamo di potervi dire man mano che usciranno, se ci resterà tempo per vivere, e un botto di animazione tra cui una serie scritta da Ellen DeGeneres, lo spin off di Trollhunters e un nuovo capitolo di, rullo di tamburi, Ghost in The Shell. Ma c’è ovviamente tanto altro. La mia personale bomba è Heartstrings, serie antologica sulla monumentale Dolly Parton con un cast stellare tra cui Kathleen Turner, che non ci mancherà mai abbastanza. Poi c’è l’horror tratto da Locke&Key, comic book del figlio di Stephen King che è bravino, ma finora adattato peggio del padre per cui incrociamo le dita. Avremo una serie francese su Arsenio Lupin che ha già sopra il marchio di terranova, la serie comedy di e con RuPaul – AJ and The Queen, il drama The English Game sulle origini del calcio scritto da Julian Fellowes, l’horror storico 1899 dai creatori di Dark e ta daaaaan, un ciclo di serie animate tratte dai libri di Roald Dahl che forse potranno rendere giustizia a Matilda, al GGG, a Charlie e la fabbrica di cioccolato – dai che sento che questa è la volta buona. Altra bomba è A Life in Men, drama su un’amicizia tra due donne attraverso gli anni, prodotto da Charlize Theron e con già nel cast Riley Keough e Kristen Stewart. Per non parlare di Bloom, progetto di Callie Khouri sul mondo della moda dopo la seconda guerra mondiale, la serie da Cent’anni di solitudine di garcia Marquez, Cursed – la serie di Frank Miller sui cavalieri della tavola rotonda, il Dracula di Mark Gatiss e Steven Moffatt, la serie su Hellboy, un nuovo drama dai creatori di Fauda, una comedy con Paul Rudd, The Eddy – il drama musicale di Damien Chazelle, una survival comedy con Matt Damon e Peter Berg, una nuova serie su Sherlock Holmes, la docuserie su Prince, le nuove comedy di Mindy Kaling, Mike Myers e Jenji Johan, la serie dalle Cronache di Narnia e Kaos, nuova comedy dai creatori di The End of the Fucking World. In chiusura vi ricordiamo anche che su Netflix stanno per abbattersi Shondaland, Ryan Murphy, gli altri due progetti di Beyoncé e quelli di Michelle e Barack Obama.

 

 

AMAZON

A parte il remake di Utopia adattato da Gillian Flynn e il drama The Expatriates a cui sembra (ma non è certo) parteciperà Nicole Kidman, la bomba più notevole è The Underground Railroad, storia sugli schiavi che scappavano dai loro padroni attraverso un sistema di tunnel sotterranei diretta da sua maestà Barry Jenkins.

Oltre a questa, faranno sicuramente rumore The Hunt, serie sui cacciatori di nazisti nel 77 a New York con Al Pacino, e Cortés, miniserie sul leggendario conquistador con Javier Bardem e creata dal duo d’oro Spielberg/Zaillian. Sarete felici di sapere che anche Wong Kar Wai entrerà nel mondo delle serie con Tong Wars, gangster story cinoamericana con protagonista femminile, scritta da Paul Attanasio. La cosa che mi ispira di più però è Modern Love, serie antologica tratta dalla rubrica omonima del New York Times che parla appunto di storie d’amore in ogni loro forma e che ha già un cast pazzesco che va da Anne Hataway a Tina Fey, a Andrew Scott, e scritta dal John Carne di Sing Street. Non male sulla carta anche il mockumentary Daisy Jones and The Six, miniserie finto documentaristica su una rock band degli anni settanta che potenzialmente potrebbe far molto ridere, scritta dal duo di 500 Days of Summer.

 

HULU

La cosa più grossa è che c’è un botto di roba Marvel in partenza, tra cui Ghost Rider nella versione già vista in Agents of Shield e tutto il ciclo degli Offenders (Hit Monkey,  Modo, Tigra e Howard il papero) in una versione animata scritta da Kevin Smith che raga, se le fanno bene saremo le persone più felici del mondo.

Ma soprattutto ci sarà la miniserie sui Wu Tang Clan creata dallo stesso RZA, che racconterà la nascita del gruppo dall’inizio degli anni ’90. In più vedremo un paio di bombette: il drama famigliare Little Files Everywhere con Reese Witherspoon, Kerry Washington e Joshua Jackson e la miniserie su Caterina La Grande con protagonista, udite udite, Elle Fanning.

 

CBS ALL ACCESS

You’re Killing Me è la potenziale bomba stagionale, scritta da Jennie Snyder Urman e con Gina Rodriguez che forse sarà la protagonista. Non se ne sa ancora molto, ma ha la potenzialità per essere tipo il paradiso. E udite udite, arriva la serie da The Stand, per gli italiani L’ombra dello Scorpione, uno dei più lunghi e più bei romanzi di Stephen King. Il team è quello di Seal Team e il regista quello di Tutta Colpa delle Stelle, che però è un fan di lungo corso di King e chissà. Abbracciamoci amici. A questo, per rendere CBS all access la vostra rete preferita basta che aggiungete la nuova serie, non di King ma dei King che si chiamerà “Girls With Guns” ed è parte del gigantesco deal che la coppia d’oro della serialità ha chiuso con CBS. Originariamente pensata per Showtime, parlerà di una ragazza americana che si trasferisce in Israele, entra nell’esercito e la cosa prenderà una piega soprannaturale. E naturalmente la rete capitalizza sul successo di Star Trek con Picard, la serie su Jean Luc Picard che nel cast vede già Patrick Stewart, e con la serie animata Lower Decks. Infine, c’è 8 Fights – The Life of Muhammad Ali, una miniserie drama su Muhammad Ali prodotta da Morgan Freeman e tratta da una recente biografia di Ali che seguirà otto precisi momenti della vita dell’atleta, concentrandosi sul suo privato più che sulla carriera pubblica.

 

YOUTUBE PREMIUM

Sorpresona, la piattaforma inizierà a fornire gratuitamente i suoi original show con la pubblicità – evidentemente, non dev’esserci stato un boom di abbonamenti.

Per il resto, pare che si concentrerà sugli unscripted più che sugli scripted (anche se si conferma una 3 di Cobra Kai), tra cui un progetto top secret con Justin Bieber, una docuserie sul vintage tech e udite udite un documentario E una serie su Paris Hilton! Sempre in ambito OTT strani che arrivano, un’aggiunta: Condé Nast sta lanciando una piattaforma streaming diretta a un’audience femminile.

 

APPLE TV

For All Mankind

La serie è scritta e creata da Ronald D. Moore (autore di Battlestar Galactica e Outlander) e interpretata da Joel Kinnaman (protagonista di The Killing) e Michael Dorman (protagonista di Patriot). La storia racconta un presente alternativo in cui la corsa alla conquista dello spazio non è mai terminata.

 

The Morning Show

Si tratta di uno dei primi progetti annunciati e vanta la partecipazione di Jennifer Aniston, Reese Whiterspoon e Steve Carrell. Non sarà un morning show come sembrava all’inizio, ma un drama incentrato sul dietro le quinte di un morning show, sul modello di The Newsroom.

 

Truth Be Told

Basata sul romanzo Are You Sleeping, la serie racconterà l’ossessione americana per il true crime e per i podcast attraverso il personaggio interpretata da Octavia Spencer, una giornalista investigativa la cui esperienza lavorativa sarà sconvolta proprio da un podcast true crime. Nella serie anche Lizzy Caplan (Masters of Sex) e Aaron Paul (Breaking Bad).

 

Little America

Dopo la nomination alla miglior sceneggiatura originale per The Big Sick, Kumail Nanjiani ed Emily V Gordon, coppia nella vita professionale e in quella privata, per una serie antologica che racconterà diverse storie sull’immigrazione contemporanea negli Stati Uniti, alternando toni comici, drammatici.

 

THE CW

Batwoman

Ambientata in una timeline in cui Batman ha abbandonato sia Gotham sia il suo ruolo di vigilante, la cugina di Bruce Wayne sfida i propri demoni mascherandosi da donna pipistrello, diventando un simbolo di giustizia e speranza. L’eroina è interpretata da Ruby Rose ed è apertamente lesbica. È stata già presentata all’interno di un crossover ed è stata sin da subito molto amata.

 

Katy Keen

Katy Keen è il 1 spin off di Riverdale e la terza serie ambientata in quell’universo dopo Chilling Adventures of Sabrina. Lo show le avventure professionali e romantiche della ragazza che dà il titolo alla serie, è ambientato a New York nel mondo della musica e avrà tra i personaggi principali proprio Josie di Riverdale.

 

 

STARZ

The Rook

Supernatural drama dall’autrice di Twilight Stephanie Mayer interpretato da Emma Greenwell (già vista in Shameless) e Olivia Munn (The Newsroom). La storia segue una giovane donna che si sveglia in un parco londinese in preda a un’amnesia e circondata da corpi, tutti con indosso guanti bianchi.

 

Hightown

Scritta da Rebecca Cutter la serie è ambientata nel mondo del commercio di droga della baia di Cape Code in Massachusetts e racconta la storia di Jackie Quinones, poliziotta lesbica dalla vita dissoluta. Lo show è diretto da Rachel Morrison, 1 donna candidata come per la miglior fotografia con il film Mudbound.

 

The Continental

Tra le serie di Starz più attese c’è The Continental, spin off televisivo del franchise John Wick scritto dagli stessi sceneggiatori dei film e incentrato sul celebre hotel nel quale sono ambientate tante scene dei lungometraggi. Ah, ci sarà anche Keanu Reeves nei panni di John Wick.

 

SYFY

Resident Alien

Il progetto più interessante di Syfy è Resident Alien, adattamento televisivo del fumetto omonimo della Dark Horse che racconta la storia di un alieno che finisce per sbaglio sulla Terra e in attesa di essere soccorso da qualcuno della sua specie si mette a fare il medico e a risolvere omicidi.

 

AMC

Uscirà un attesissimo e sicuramente strepitosissimo spin-off di THE WALKING DEAD, che al momento è ancora senza titolo. Si vocifera “Brisa the Walking Dead”, o “Socmel the Walking Dead”, ma non c’è ancora nulla di ufficiale. Della serie “del maiale non si butta via nulla”, sembra che AMC sia in prossimità di ultimare l’adattamento di un altro fumetto di successo di Kirkman (TWD), dal titolo THIEF OF THIEVES. Anche se dall’annuncio fatto al Comic-Con di San Diego del 2013 sono passati 3 anni… Il tuttofare di TWD esperto di horror Gregg Nicotero sarà il produttore esecutivo di una nuova serie horror antologica dai toni sci-fi intitolata SHOCK THEATRE

 

Briggs land

è uno dei progetti AMC che più mi interessa: Il fumetto da cui è tratta descrive Le terre dei Briggs come 300 km quadrati di selvaggio territorio rurale di proprietà della famiglia omonima, a capo del più grande movimento secessionista antigovernativo all’interno degli Stati Uniti. Quando la matriarca Grace Briggs estromette il marito Jim – condannato all’ergastolo – dal controllo delle operazioni familiari e della comunità, si trova davanti alla diffidenza della parte di questa ancora fedele al consorte e osteggiata da alcuni dei più stretti membri della famiglia. L’autore del fumetto Brian Wood tratta spesso temi scomodi. In questo caso lo sceneggiatore crea una comunità guidata da principi politici distorti (il suprematismo bianco e l’odio razziale), uniti a comportamenti misogini e maschilisti. Potrebbe uscirne uno spaccato dell’America davvero inquietante.
Gang leader for a day

La storia di Sudhir, un ambizioso laureato che inizia un’indagine statistica sul significato di cosa vuol dire essere “povero e nero in America”. Il ragazzo viene preso in ostaggio dal famoso Gangster Disciples, e il leader JT gli propone la sfida di vivere in 1 persona le esperienze prima di descriverle.

Kevin can f*** himself.

Rashida Jones sta producendo una nuova comedy, in sviluppo per AMC e è stato creato da Valerie Armstrong. La serie viene descritta come una comedy che “esplora la vita segreta di una donna con cui tutti siamo cresciuti: la tipica moglie delle sitcom”. Il progetto sarà una parodia di alcuni meccanismi della scrittura delle comedy. In questo senso prevede di alternare un realismo da comedy single-camera, alla tipica impostazione da multi-camera. Potrebbe essere interessante.

 

La AMC al tempo stesso ha adocchiato un nuovo possibile progetto dagli autori di Halt and Catch Fire. Si tratta di RAINY DAY PEOPLE un drama ambientato in un istituto d’igiene mentale, che si concentrerà sia sui pazienti che sulle famiglie e lo staff.

 

 Underbelly

di Dan Connolly, descritta come: “Un tuffo nel lato oscuro della cultura pop. Il genere horror diviene il mezzo per esplorare storie legate all’esperienza dei fan, alla celebrità, all’avidità, all’alienazione, all’ossessione e alla vanità. La serie vuole essere dichiaratamente divertente, macabra, scioccante, sovversiva e allucinata. Se la cultura pop è una specie di nuova religione, questo spettacolo è l’eretico squilibrato che interrompe la messa e viene espulso”.

 

Wicked west

è un’antologia horror nonfiction prodotta dalla Blumhouse Television (“Get Out”, “The Jinx”), che mette in scena i racconti più terrificanti e inquietanti del selvaggio West. E sono tutti veri! La serie sfrutta lo stile cinematografico agghiacciante della Blumhouse per raccontare storie di serial killer sadici, vedove nere assassine, clan famigliari assetati di sangue e leggende locali intrecciate al soprannaturale. Con una dichiarata componente orrorifica e uno stile cinematografico, “WW” porta un approccio macabro e spaventoso alle storie mai raccontate di quel bagno di sangue conosciuto come West americano.

 

The night of the gun

Miniserie, basata sul libro di memorie di David Carr “La notte della pistola”. Bob Odenkirk interpreterà Carr e Shawn Ryan sta scrivendo l’adattamento. Carr, è stato uno dei più importanti giornalisti americani ed è morto da poco a causa di complicazioni del cancro ai polmoni, dopo essere crollato nella redazione del New York Times. Il suo libro di memorie, che copre i periodi bui della sua vita, compresi i suoi 20 anni da tossico, è stato pubblicato nel 2008 e sarà la base della serie.

 

61st Street

La serie, prodotta da Moffat, segue Moses Johnson, un promettente atleta delle scuole superiori, che viene trascinato nel famigerato sistema di giustizia criminale di Chicago. Preso dalla polizia come membro di una banda, si ritrova nell’occhio del ciclone mentre la polizia e i pubblici ministeri cercano vendetta per la morte di un ufficiale durante un busto di droga andato storto. Una forte denuncia al razzismo istituzionale che affligge le città americane. Moffat aveva già indagato il sistema di giustizia penale americano con The Night Of.

 

SHOWTIME

Penny Dreadful: City of Angels

Dovrebbe essere la continuazione spirituale di Penny Dreadful; il titolo fa riferimento all’omonimo tipo di pubblicazione in voga in Inghilterra nel XIX secolo, che trattava storie a tinte horror e che aveva per protagonisti i personaggi della letteratura gotica. Ci spostiamo dalla Londra vittoriana alla Los Angeles del 1938, con nuovi personaggi e nuove storie. In questo periodo le tensioni sociali sono alle stelle; quando un orribile omicidio sciocca la città, il detective Tiago Vega (Daniel Zovatto, Here & Now) viene coinvolto in un’epica avventura, che riflette la ricca storia di Los Angeles, dalla costruzione delle prime autostrade cittadine e le sue tradizioni fondate nel folklore messicano e americano, alle pericolose azioni di spionaggio del Terzo Reich e l’ascesa di Radio Evangelism. Tiago e la sua famiglia dovranno fare i conti con forze potenti, che minacceranno di distruggerli. Se trovano il modo di infialarci Eva Green mi prenoto già ora.

 

Hombre

Prodotto da Gael Garcia Bernal e creato da Jonas Cuaron (figlio di Alfonso). A produrre il progetto c’è anche il creatore di Lie to Me, Sam Baum, insieme alla giornalista Karla Cornejo Villavicencio. La serie è basata proprio su un testo di prossima pubblicazione di quest’ultima. La storia ha un’ambientazione messicana, e racconta la storia di una famiglia che vive, senza documenti, negli Stati Uniti. Quando la moglie viene incarcerata dal dipartimento per l’immigrazione, il marito, interpretato da Bernal, assume una doppia identità per salvarla.

 

The loudest voice

Nuova serie che vede Russell Crowe vestire i panni di Roger Ailes, il noto fondatore di FOX News, scomparso nel 2017. La serie, co-prodotta da Blumhouse e Showtime, è basata sul libro The Loudest Voice in the Room dello scrittore Gabriel Sherman, che ha collaborato con Tom McCarthy (Il caso Spotlight) alla stesura della sceneggiatura del 1 episodio. Russell Crowe, ingrassato di molti chili e quasi completamente calvo, si dividerà tra riunioni di lavoro ed il suo impegno in politica nel Partito Repubblicano. Tra scandali e accuse sessuali.

 

Shangri-la

Miniserie Documentario su Ricky Rubin, mitico produttore dei Beastie Boys e Run DMC (con l’etichetta Def Jam, che si occupa principalmente di hip-hop), e che poi, da metà anni ‘80, iniziò a dedicarsi a gruppi rock e heavy metal come gli Slayer ed i Red Hot Chili Peppers, di cui produsse Blood Sugar Sex Magik (1991). Resta però scolpita nella pietra anche la sua collaborazione con Johnny Cash negli anni Novanta per la serie di album American, che resuscitò la carriera del leggendario countryman. Potrebbe essere interessante!

PEZZO MUSICALE 4

 

CINEMAX

Gangs of London

L’avevamo già annunciata l’anno scorso, ma questa volta dovremmo proprio esserci. Gareth Evans mira a realizzare per Londra, quello che Scorsese ha fatto per la Grande Mela col suo maestoso Gangs of New York. Parliamo ovviamente di un progetto in cui le coreografie delle prevedibili numerose sequenze di mazzate dovrebbero essere a dir poco entusiasmanti, tenuto conto che dietro il progetto c’è il regista dei due The Raid e che Cinemax è il canale giusto per lasciare carta bianca al regista gallese. Speriamo bene, va là…

 

Scarlet o Wandavision

È il progetto televisivo curato dall’immenso Paul Bendis in persona (autore di culto che ha realizzato, tra gli altri, uno dei più importanti cicli di fumetti su Devil, per alcuni superiore addirittura a quello di Miller) e dedicato alle avventure di Wanda Maximoff/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) con Paul Bettany (Visione). Per ora se ne sa pochissimo, ma se Cinemax consente di sbattersene della soglia pg-13 o R-Rated, allora potrebbe essere una bombetta.

 

Micronesian blues

Torna Patrick “Dr. Stranamore” Dempsey nei panni di un ex sbirro di L.A. che finisce a fare corsi di formazione in Micronesia, venendo coinvolto in una faida locale tra mercenari e agenti ombra della CIA. Mah.. il canale promette viulenza e dietro il progetto c’è Jonathan Tropper (co-autore di Banshee) e Greg Yaitanes, regista di Quarry e di Banshee.. il problema è Dempsey, che minaccia patina e noia. Sento già nelle orecchie la musica indie… Vedremo!

 

FX

DEVS

Le poche notizie che circolano parlano di otto episodi, le cui riprese sono programmate  per iniziare nei prossimi mesi, anche se la selezione del cast e delle location è ancora in corso. La serie incuriosisce soprattutto per il nome di Alex Garland, sceneggiatore di 28 giorni dopo e Sunshine, nonché regista e sceneggiatore dell’interessante Ex-Machina (ma anche di quella boiata di Annihilation). La serie si incentrerà su Lily, giovane informatica che lavora per una visionaria industria tecnologica di San Francisco. Dopo la scomparsa del suo ragazzo, Lily inizierà ad indagare sulla misteriosa Divisione Sviluppo dell’azienda, che potrebbe essere responsabile della sparizione. Ci spero proprio…

 

Y: l’ultimo uomo sulla terra

Serie tratta dal mitico fumetto di Brian K. Vaughan, pubblicato da DC\Vertigo. Gli showrunner saranno Michael Green (American Gods, Blade Runner 2049 e soprattutto Logan), quindi tutto sommato bene; e Aida Mashaka Croal (Luke Cage), quindi male, per dio! I due saranno anche i produttori esecutivi insieme a Nina Jacobson e a Brad Simpson (American Crime Story, Hunger Games) e allo stesso Brian K. Vaughan. Y – L’ultimo uomo sulla Terra racconta la storia di Yorick Brown, un giovane sopravvissuto ad un catastrofico evento che ha ucciso ogni creatura vivente con un cromosoma Y. In un mondo di sole donne, Yorick, accompagnato dalla scimmia Ampersand, collabora con l’agente governativo 355 per cercare di scoprire la verità sul virus e tentare di capire perché sia l’unico uomo sopravvissuto.

 

Shogun

Serie limitata di genere storico in 10 episodi. La produzione è basata sull’omonimo best-seller di James Clavell. Ambientata nel Giappone feudale all’inizio del XVIII secolo, la mini-serie racconta lo scontro tra due uomini ambiziosi provenienti da mondi diversi, e una misteriosa samurai donna. Il romanzo fu pubblicato nel 1975 e diventò un successo internazionale, con oltre 30 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Nel settembre 1980 andò in onda sul network americano NBC una mini-serie tratta dal romanzo, trasmessa nell’arco di cinque serate e diretta da Jerry London. Nel cast di questo primo adattamento televisivo figuravano Richard Chamberlain, Toshiro Mifune e Yoko Shimada. Nella versione originale la voce del doppiatore era quella di Orson Welles.

 

 

BRITISH RANDOM

His Dark Materials – BBC1 – autunno 2019 – drama/mystery

Ruth Wilson, James McAvoy e Clark Peters sono i pezzi da 90 di questo mystery/drama a base di universi paralleli e animali che cambiano forma e condividono emozioni e sentimenti con i loro “padroncini”.

 

A Christmas Carol – BBC1 natale 2019 – drama

Steven Knight e Tom Hardy, qui in veste di produttore, tornano insieme per l’adattamento de Il Canto di Natale di Dickens, con Guy Pearce nei panni di Ebenezer Scrooge e Rutger Hauer, già prenotato come Poverone natalizio!

 

Anne – ITV autunno – 2019 – drama

Anne Williams, col volto di Maxine Peake (Silk, Criminal Justice), è una madre devastata dal lutto avendo perso il figlio 15enne nella tragedia di Hillsborough: la miniserie in 4 puntate racconta la sua battaglia per avere giustizia.

 

Brassic – Sky – autunno 2019- dramedy

L’esperienza di essere cresciuto povero nel Lancashire viene portata sullo schermo da Joseph Gilgum, l’irresistibile interprete di Misfits e Preacher, nella storia di due amici inseparabili alle prese con le sliding doors della vita.

 

Dublin Murders – BBC – somewhere in 2019 – poliziesco

I popolari romanzi di Tana French In The Woods e The Likeness vengono riadattati in otto episodi da Sarah Phelps, (ABC Murders); protagonisti saranno Killan Scott e Sarah Greene, la serie viene annunciata come “emozionante e disturbante”.

 

Englistan – BBC2 – somewhere in 2019 – drama

Ambizioso progetto in 9 episodi creato da Riz Ahmed (The Night Of), che mette in scena tre generazioni e quattro decenni di una famiglia di origine pakistana, in un viaggio profondo nelle sfumature dell’immigrazione in UK.

 

HBO

Lovecraft Country – somewhere in 2019 – horror

Dall’omonimo romanzo di Matt Ruff, Atticus Black si imbarca con sorella e zio in un road-trip alla ricerca del padre scomparso nell’America bianca e razzista degli anni ‘50. Prodotta fra gli altri da Jordan Peele e J.J. Abrams.

 

Demimonde – TBA – sci/fi

Secondo progetto di Abrams con HBO (terzo se aggiungiamo Westworld), se ne sa ancora poco, tranne che narrerà di un mondo alle prese con una forza mostruosa e oppressiva.

 

The Undoing – fine 2019 – drama

Altra prestigiosa reunion per questo adattamento del romanzo You Should Have Known di Jean Hanff Korelitz è quella fra David E. Kelley e Nicole Kidman, nel ruolo di una psicoterapeuta alle prese con uno sconvolgimento totale di una vita in apparenza perfetta; nel cast anche Hugh Grant e Donald Sutherland.

 

The New Pope – 2020 – drama

Il seguito di The Young Pope è in cantiere, ancora con Paolo Sorrentino a guidare le operazioni ed a postare immagini delle riprese su Instagram; si vocifera di un ingresso nel cast di Sharon Stone, mentre è una certezza quello di John Malkovich.

 

Euphoria – giugno 2019 – teen drama

Mancava lo slot dello young adult per allargare il campionario dei generi su HBO; la serie segue un gruppo di adolescenti alle prese con droghe, sesso, crisi di identità, insomma un grosso boh che magari ci sorprenderà.

 

The Nevers – TBA – sci/fi.

Niente meno che Josh Whedon a tirare le fila di The Nevers, racconto epico di una gang di donne che si ritrovano a sorpresa in possesso di superpoteri, il tutto ambientato in epoca vittoriana.

 

Catherine the Great – 2020 – storico

L’imperatrice di Russia che “ha riscritto le regole del comando al femminile” avrà il volto di Helen Mirren, affiancata da Jason Clarke nel ruolo del suo amante Gregor Potemkin; il montaggio analogico e l’occhio della madre non dovrebbero comparire nelle 4 puntate di questa miniserie.

 

I Know This Much Is True – 2020 – drama

Altra miniserie in 6 episodi dal romanzo del 1998 di Wally Lamb con protagonista Mark Ruffalo, che interpreterà due gemelli omozigoti “in una storia epica di tradimento, sacrificio e perdono”.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.