Semi officinali in cambio dell’olio esausto

olio esausto

Bologna, 20 nov. – Sabato prossimo, al “Mercato della Terra“, in piazzetta Pasolini e lungo via Azzo Gardino dalle 9 alle 14, verranno venduti non solo prodotti genuini ma sarà promossa anche la cultura della riduzione dei rifiuti, attraverso
iniziative che riportano all’attenzione il riuso , il baratto e il riciclo.

Hera ha aderito con un progetto inserito tra quelli selezionati per la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti (16-24 novembre): un omaggio se si porta un litro di olio alimentare esausto o un sacchetto con rifiuti vegetali. In cambio verrà regalata una bustina contenete semi di piante officinali oppure un piccolo imbuto per raccogliere l’olio esausto in bottiglia per poi conferirlo nei punti di raccolta.

In questa occasione Hera presenta anche la nuova colonnina per la raccolta dell’olio esausto che sara’ possibile, a giorni, trovare in alcune posizioni dei quartieri Savena e S.Stefano: un punto in cui portare l’olio raccolto direttamente in una bottiglia di plastica che Hera provvederà poi a recuperare e avviare e riciclaggio. Peraltro, in città, la raccolta di questo rifiuto è in atto da un paio di anni attraverso contenitori di forma diversa in cui l’olio viene versato sfuso.

Hera, in una nota, ricorda che gli oli utilizzati in cucina versati nel lavandino o dispersi nelle tubature inquinano e causano problemi anche al lavoro dei depuratori. Un litro di olio può contaminare la falda e le acque superficiali, formando una pellicola che ostacola l’ossigenazione dell’acqua. Se conferito correttamente, invece, l’olio vegetale e’ recuperabile: puo’ essere trasformato in concime, BioDiesel, asfalti e bitumi, mastici e saponi industriali. E inoltre anche con l’olio si fa la raccolta differenziata (può essere portato alle stazioni ecologiche). (Dire)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.