Scuola, rinasce la protesta

3 set. – «Incontriamoci subito». L’assemblea genitori e insegnanti di Bologna e provincia, che ha animato le proteste dell’autunno scorso contro i tagli e la riforma del ministro Gelmini, si convoca in seduta straordinaria, con urgenza. Nella convocazione si parla di notizie drammatiche ovunque: ore di compresenza ridotte o eliminate, aule affollate oltre i limiti di legge, tempo pieno, sostegno agli alunni disabili e inglese non garantiti. Mancano i soldi per affrontare le spese essenziali. Per questo l’ordine del giorno è uno solo: organizzare una mobilitazione provinciale per riavere le ore e i docenti nelle classi. L’appuntamento è per martedì 8 settembre alle 17.30 in vicolo Bolognetti a Bologna.

Intanto, questa mattina l’assessore provinciale alla Scuola Anna Pariani ha incontrato il responsabile istruzione e formazione del circondario imolese Michele Filippini. Drammatiche le cifre per i 10 comuni: 500 docenti e 160 Ata in meno a fronte di una crescita di 3 mila alunni nelle scuole di ogni ordine e grado. Saranno invece 200 i precari che non verranno riassunti.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.