Scuola. Cosa succederà il 15 novembre?

Bologna, 26 ott.- Il destino lavorativo di decine di migliaia di docenti o aspiranti tali è appeso ad un pronunciamento delle sezioni riunite del Consiglio di Stato, il massimo grado della giustizia amministrativa. Il prossimo 15 novembre il Gotha dei giudici amministrativi dovrà dire l’ultima parola sulla travagliata vicenda che ha portato, negli ultimi anni, alla pioggia di ricorsi contro l’esclusione dei diplomati alle magistrali dalle Graduatorie ad esaurimento, gli elenchi provinciali da cui il ministero attinge (in misura del 50%) per le nuove immissioni in ruolo.

Qualsiasi decisione prenderà il Consiglio di Stato avrà conseguenze per decine di migliaia di persone: se dovesse dare il via libera agli inserimenti in graduatoria ottenuti per ricorso dai diplomati, di fatto terrebbe in vita le Gae per altri 41 anni (come ha raccontato Tuttoscuola in un dossier dello scorso settembre); in caso di rigetto, queste decine di migliaia di diplomati (si parla di 60 mila persone) saranno esclusi dalla stabilizzazione e potranno entrare solo dopo un concorso nazionale. Allo stesso tempo, il futuro cambierebbe anche per i laureati e i laureandi di Scienze della Formazione primaria. Da quando il diploma delle magistrali ha perso il valore abilitante, il titolo necessario per l’insegnamento nella primaria e nell’infanzia è diventata la laurea in scienze della formazione. Ora, se il Consiglio di Stato accogliesse tutti i ricorsi, i nuovi laureati si vedrebbero allungare di diversi anni la possibilità di poter arrivare ad avere una cattedra. Per questo motivi, in queste settimane, in attesa del pronunciamento del Consiglio di Stato, i laureati e i laureandi in Scienze della formazione primarie nuovo ordinamento si stanno mobilitando.

Questa mattina a “Oltre le Mura” ne abbiamo parlato con Anastasia del coordinamento Scienze della Formazione Primaria nuovo ordinamento e con Sergio Govi, giornalista di Tuttoscuola.

      Anastasia e Sergio Govi

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.