Schonwald – Una danza ipnotica dal cuore nero

Schonwald2Bologna, 14 nov. – Mercoledì a The Gay With The Most Cake, sono stati ospiti gli Schonwald, progetto di Alessandra Gismondi e Luca Bandini. È da poco uscito il nuovo album, il bellissimo Dream For The Fall (Anywave/Depression Records) che presenteranno dal vivo al Covo Club di Bologna, sabato 15 novembre alle 22:30.

Li abbiamo raggiunti sul divano di casa, durante un pausa dal tour europeo. “Abbiamo prensentato il disco a Parigi lo scorso 25 Settembre e siamo già ad un terzo del tour, avendo fatto una decina di concerti in giro per l’Europa” ci racconta Alessandra, “l’etichetta è infatti una label indipendente francese. Sono passati quasi 5 anni dall’esordio”. A proposito del nuovo lavoro, Luca spiega: “è in lavorazione da un anno mezzo e rispetto al disco precedente (Amplified Nature del 2009 per la Pocket Heave), è stato lavorato molto per quanto riguarda tutto l’ambito elettronico: partendo dalle ritmiche, i beats, drum machine e parti di sintetizzatori”. È infatti proprio questo l’orgine del suono degli Schonwald, una miscela di post punk, cold wave e dark.

“Dal disco al palco il suono rimane fedele” continua Luca “grazie alla nostra strumentazione elettronica che portiamo dal vivo, riusciamo a ricreare la potenza e la tensione dei pezzi”. Una ritmica ossessiva per ballare sotto il palco, tra i riverberi della voce di Alessandra, vestale dark che lancia anatemi ed incantesimi, la forza martellante del suo basso e gli effetti e feedback di Luca, precisi e marziali.

Non resta altro che sciogliersi come un fluido nero, che sia mascara, smalto o kajal poco importa, quello che conta è ballare la musica degli Schonwald sulle rovine di un grande cuore nero.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.