Salvini a Bologna, e i centri sociali annunciano un corteo: “Bologna è partigiana”

Bologna, 9 nove. – Matteo Salvini ha annunciato per giovedì prossimo un comizio elettorale che riempirà con migliaia di persone il PalaDozza, il palazzetto dello sport di Bologna. Per la Lega sarà il vero inizio della campagna elettorale che punta a conquistare l’Emilia-Romagna alle prossime regionali del 26 gennaio.

Ma non sarà un debutto indisturbato. I centri sociali cittadini annunciano una contro manifestazione con lo slogan “Bologna non si lega!“. A organizzare il Tpo, Làbas, Vag61, l’Xm24, il collettivo Crash, il Collettivo universitario autonomo, la campagna Noi Restiamo e il Circolo Anarchico Berneri.

 

      Bologna non si lega - l'intervista agli organizzatori

 

“Il nostro appello è per la città che si ritiene aperta, libera e solidale. Non vogliamo rientrare nel giochino della campagna elettorale, per noi l’importante è dire che esiste un’altra città che non è leghista“, spiega uno degli organizzatori annunciando la contro manifestazione di giovedì alle 18 in piazza San Francesco.

“Oggi non restiamo indifferentisi legge nell’evento facebook –  come non lo furono quei partigiani e quelle partigiane che proprio in questi giorni, 75 anni fa, combatterono in Porta Lame contro il marciume nazi-fascista il quale, anche all’epoca, sembrava più forte, potente e capace di cavalcare le onde. A pochi metri proprio da Porta Lame non permetteremo che il PalaDozza, luogo delle passioni di questa città, diventi lo spazio dove il peggio della destra omotransfobica, neofascista, sovranista, sessista, si ritrovi per avviare la sua campagna di odio e di paura.  È per questo che invitiamo tutt* ad essere in strada giovedì 14 novembre con concentramento dalle ore 18 in piazza San Francesco. Bologna è partigiana, Bologna non si Lega!”

Salvini al Paladozza? Pronto il flash mob sul Crescentone

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.