Rinviati 120 sfratti in 18 mesi

Protocollo-sfratti

Bologna, 27 nov. – E’ stato rinnovato oggi a Bologna il Protocollo d’intesa sugli sfratti, promosso dal Prefetto Angelo Tranfaglia e sottoscritto con Tribunale, Regione, Provincia, Comuni di Bologna e Imola, Anci, Ordine degli avvocati, Cgil, Cisl, Uil, associazioni dei proprietari e inquilini, fondazioni bancarie e istituti di credito.

Proroga sino al 31 dicembre 2014 le misure già  vigenti dal 30 ottobre 2012 con il Fondo di salvaguardia messo a disposizione della Regione di 500mila euro, di cui 250.000 già spesi per i primi 120 interventi.

Nel corso del 2012 sono state presentate più di mille richieste di sfratto solo a Bologna, di cui 400-500 per la cosiddetta morosità incolpevole. In quel bacino rientrano i 120 casi in cui si è riusciti a intervenire, circa il 20% della platea totale.
La situazione potrebbe ulteriormente evolversi l’anno prossimo grazie all’applicazione del decreto per un Fondo per gli inquilini morosi incolpevoli: 20 milioni per il 2014 e 20 per il 2015.

Ma perché “solo” il 20%  è già stato aiutato? Quattro volte su cinque gli inquilini sotto sfratto non si presentano in udienza. In alcuni casi perché stranieri che non conoscono né la lingua né tantomeno le possibilità che sono offerte loro.

Come funziona il protocollo: Se il giudice riconosce morosità incolpevole, c’è un primo rinvio di 30 giorni, durante i quali si istruisce l’istruttoria con il soggetto presso i servizi sociali. A quel punto, i sindacati degli inquilini e la proprietà si incontrano per concordare la procedura per il pagamento degli arretrati: il proprietario è chiamato a rinunciare al 20% della morosita’ residua. Il 65% del totale e’ pagato dagli enti locali a fondo perduto. All’inquilino il dovere di pagare la percentuale restante. In toto, oppure per la metà. Per l’altra metà, può chiedere un prestito bancario garantito dalle fondazioni firmatarie del protocollo, e se la banca accetta.

Se però l’inquilino ricomincia a non pagare, non si potrà più intervenire, perché si tratta di interventi una tantum.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.