Rimini Jazz. Tre giorni di Dixie e Swing Era

foto flickr CC BY 2.0  Jaime Oriz

Foto flickr Jaime Oriz CC BY 2.0

20 ago. – Il jazz delle origini, dal dixieland alla ‘swing era’, con band specializzate in questo particolare repertorio. E’ ‘Rimini Jazz‘, in programma dal 5 al 7 settembre al teatro Novelli di Rimini, giunto alla quattordicesima edizione. Da Roma arriverà la ‘Roman Dixieland Few Stars’ di Michele Pavese, da Genova la ‘NP Big Band’, per chiudere con i ‘padroni di casa’ della Rimini Dixieland Jazz Band.

La rassegna, organizzata dall’associazione ‘Amici del jazz’, in collaborazione con l’Assessorato alla cultura della Regione Emilia-Romagna e la Camera di Commercio, sarà inaugurata dal concerto del sestetto della ‘Roman Dixieland Few Stars’ diretta dal trombonista Michele Pavese che schiera anche il clarinetto di Gianni Sanjust, icona del jazz tradizionale, oltre al pianoforte di Riccardo Biseo ed il susafono (basso tuba a pistoni) di Gianluca Galvani. Il 6 settembre la ‘Rimini Dixieland Jazz Band’, settetto in attività da quarant’anni guidato dal clarinettista Rino Amore, ripercorrerà le tappe storiche e geografiche della musica afro-americana, da New Orleans a Chicago sino all’arrivo a New York con l’affermarsi dello swing. Gran finale, il 7 settembre, con i diciassette elementi della NP Big Band, diretta dal contrabbassista Roberto Resaz, che impegna anche la cantante Erika Celesti. In repertorio i brani delle grandi orchestre dello swing, da Benny Goodman a Artie Shaw, fino a Chick Webb. Tutti i concerti avranno inizio alle 21. (ANSA).

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.