Radicali sotto la regione per chiedere le dimissioni di Errani

radicali

Bologna, 20 nov. – Si sono presentati questa mattina sotto la sede della Regione con un carrello della spesa, pieno, che rappresenta le “spese pazze” dei consiglieri regionali, ora sotto la lente della Procura di Bologna. Dal Cinzia Gate, al caso Vecchi, quello di Zoia Veronesi o Terremerse, per i Radicali le inchieste che in questi anni hanno toccato e coinvolto i politici di Viale Aldo moro sono tutti segnali di uno stesso problema: la mancanza di trasparenza. La soluzione, dicono i Radicali, è  l’anagrafe pubblica degli eletti e dei nominati, proposta da loro nel 2008, approvata dall’assemblea legislativa regionale nel 2012, ma ancora non applicata.

Secondo i Radicali nessun partito eletto il regione sta rispettando l’obbligo di trasparenza verso i cittadini, per questo il presidente della Regione Vasco Errani dovrebbe dimettersi. La segretaria dei Radicali Bologna Monica Mischiatti

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.