Psicoradio e Maps ospitano Francobeat: “Radici” dal vivo

francobeat

10 nov. – Nel pomeriggio di martedì della scorsa settimana è andata in onda una nuova trasmissione: PsicoMaps. L’unione della “radio della mente” con uno dei quotidiani musicali di RCdC ha avuto come ospite Franco Naddei, musicista meglio conosciuto con il nome di FrancoBeat: è così che il nostro ha firmato il suo ultimo disco, Radici, che prende (quasi) il nome di una struttura per disabili mentali che ha avuto una parte centrale nel progetto. Infatti i testi dell’album, uscito un mese fa per Brutture Moderne, sono stati scritti proprio dagli ospiti della residenza. La prima domanda che Fabio e Paolo di Psicoradio hanno rivolto al musicista ha riguardato proprio il rapporto tra FrancoBeat e Le Radici. “Non ho deciso nulla, sono stato preso“, ha detto Franco ai nostri microfoni: un benevolo rapimento che, nel giro di due anni, ha portato alla stesura delle liriche. “Le ho scelte”, ha raccontato Naddei, “ma non ho cambiato neanche gli errori”. Del resto, per un musicista che ha amato così tanto Gianni Rodari, che degli “errori” ha fatto poetica, cosa potevamo aspettarci?

Il disco, come dimostra la traccia che apre il nostro showcase, è sì poetico, ma anche molto crudo. Con i nostri conduttori d’eccezione abbiamo rilevato che la vita dei disabili mentali è dura: “Pillole” è il racconto della quotidiana somministrazione di farmaci a cui tanti ospiti della residenza (e non solo) devono sottostare quotidianamente. Ma com’è stata la percezione di Franco nei confronti degli ospiti della residenza? “Ho avuto la fortuna di svolgere il servizio civile in una struttura simile e ho sempre trattato normalmente le persone che la abitavano: più li tratti normalmente, più ricevi qualcosa di vero“. Che sia questo il segreto per ottenere dei testi intensi e sinceri come quelli dell’album? Un album che, oltretutto, è ricchissimo di suoni e generi: per uno come Naddei, che di musica vive, è il meno che ci si possa aspettare.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.