Processo alla nazione per ricordare Giuseppe Fava

Bologna, 6 feb. –  Da giovedì 6 febbraio a mercoledì 26 marzo a Bologna ci sarà un “omaggio collettivo e itinerante tra cinema, giornalismo, teatro, cultura”, a trent’anni dalla morte del giornalista Giuseppe Fava, ucciso dalla mafia.

L’evento viene presentato oggi dalle 18 nella Sala Silentium di vicolo Bolognetti.

Lo scopo dei promotori – Nomadica, Caracò, I Siciliani giovani – è anche quello di “ricordare ai bolognesi e all’Emilia-Romagna che la mafia è presente anche qui“, spiega Giuseppe Spina di Nomadica.

“Durante gli ultimi anni di vita Giuseppe Fava giunge ad un’analisi lucida: la mafia è un potere multinazionale che siede nelle poltrone del parlamento. E’ un potere che riguarda e tocca tutti noi sin da bambini, anche se non ce ne accorgiamo, e che fa di noi, in partenza, dei mafiosi. Solo attraverso una consapevolezza profonda del fenomeno come delle sue innumerevoli manifestazioni è possibile prendere coscienza di questo rapporto e cercare di superarlo”, spiegano i promotori dell’iniziativa sul sito Processo alla nazione, un titolo che si ispira al suo primo libro inchiesta del 1967, “Processo alla Sicilia”.

Nel corso di Processo alla nazione, sarà proiettato “Senza regole”, la docu-inchiesta di Giovanni Tizian, Federico Lacche e Laura Galesi sull’avanzata delle mafie in Emilia-Romagna.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.