Primo ok al nuovo centro del Bfc: addio a 22 ettari di terreno agricolo

15 mag. – Dodici nuovi campi da calcio, due tribune da 3mila posti, più alloggi e strutture di servizio in cambio della possibilità di costruire, e poi vendere, in un’area nel centro del Comune. C’è questo scambio alla base dell’accordo che consentirà al Bologna Football Club si costruire il nuovo centro sportivo a Quarto, nel comune di Granarolo. L’area di 22 ettari su cui sorgerà il complesso sportivo, sul lato destro della San Donato poco fuori il paese di Quarto, ora è occupata da terreni agricoli. Ma “non ci sarà consumo di suolo – dice il sindaco di Granarolo Loretta Lambertini – perché sempre di campi si tratta”, quindi di superfici non impermeabilizzate.

Oggi è arrivato il via libera all’intesa preliminare tra Provincia, Comune e società rossoblù. La società calcistica ci metterà i soldi e si impegna a migliorare l’accessibilità all’area costruendo una rotatoria, adeguando alcune strade di accesso all’area e realizzando una pista ciclabile. Inoltre, il comune di Granarolo, otterrà la proprietà di tre campi di calcio, il cui mantenimento toccherà per 50 anni al Bfc.

Come contropartita, la società rossoblù potrà “riqualificare” l’area dell‘attuale campo sportivo che si trova nel centro di Granarolo. Un’area su cui si potranno costruire fino a mille metri quadri che corrispondono alle aree attualmente occupate dalle strutture come gli spogliatoi e le tribune. Che si tratti di spazi commerciali o di residenziale dovrà essere deciso in seguito.

I lavori potrebbero partire entro 6 o 7 mesi e il nuovo centro sportivo potrebbe essere pronto nella primavera del 2014. Per quanto riguarda la “riqualificazione” del vecchio campo sportivo i tempi saranno invece più lunghi.

Ascolta Lambertini Lambertini_sito

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.