Ducati Energia: sciopero fino a fine mese


27 ott. – Impiegati e operai hanno votato insieme in una affollata assemblea di proseguire  lo sciopero domani e venerdì mentre prosegue il presidio alla Ducati Energia contro il licenziamento dei loro quattro colleghi. Dalla prossima settimana poi si passerà al blocco degli straordinari.

Lunedì due impiegati e due dirigenti, responsabili alla qualità dei prodotti, hanno ricevuto la lettera di licenziamento da parte dell’azienda di Guidalberto Guidi. La motivazione sarebbe la trascuratezza nei controlli che avrebbe portato ad una commessa rifiutata da un cliente.

Secondo la Fiom la Ducati Energia sta facendo pagare ai lavoratori la scelta di esternalizzazione. La commessa al centro della vertenza è prodotta in India e, secondo il sindacato, aveva già mostrato dei difetti meccanici, di cui però i lavoratori bolognesi non hanno colpa.

Dopo gli operai della parte produttiva dell’azienda che sono in cassa integrazione da un anno e mezzo i problemi sembrano estendersi anche agli impiegati. Guidalberto Guidi in passato aveva sottolineato che nessun licenziamento era stato fatto nella sua azienda, ma ora sembra aver cambiato idea. Non c’è stato ancora nessun incontro tra i lavoratori e la proprietà.

Secondo il delegato Fiom Paolo Giannasi però “Non saranno i presidi a cambiare quello che ha in testa Guidi, ma tutto verrà deciso in tribunale“. La Fiom ha incaricato i propri legali di fare causa

Il Commento: “La politica scherza, il padrone no”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.