Pil fermo in regione, ma nel 2010 Bologna riparte

Il prodotto interno lordo dell’Emilia Romagna è stabile nel 2008, rispetto al 2007. Una crescita nulla che rientra nel quadro di recessione nazionale e internazionale che si riprenderà solo nel 2010. Per il 2009 le previsioni restano negative: Pil al -0,2% in regione. I dati sono dell’Istituto Prometeia, rielaborati dal centro studi di Confartigianato.

Il settore che più risente della crisi è quello industriale, nel 2008 segna un -1,8%, mentre i servizi tengono con una variazione pari allo 0,7%. La crisi fermerà in Emilia Romagna soprattutto l’importazione rispetto ad una contenuta diminuzione dell’esportazione. Il tasso di disoccupazione nel 2009 dovrebbe attestarsi al 4,2%, con un aumento netto rispetto al 2,9% del 2007.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.