Piadine fino alle 3 di notte per «prevenire il degrado»

Con due nuove ordinanze il sindaco Sergio Cofferati interviene sugli orari del commercio fuori porta. I negozianti potranno scegliere le 8 giornate di apertura domenicale e festiva concesse in deroga. Gli ambulanti che vendono panini, piadine e bevande anche di notte invece potranno restare aperti fino alle 3, mentre finora dovevano chiudere all’una. L’orario prolungato potrà essere scelto da chi firma un accordo con l’amministrazione, in modo da «modulare la presenza degli operatori con gli obiettivi di tutela del decoro urbano, della quiete dei residenti e della prevenzione delle situazioni che mettono a rischio la sicurezza urbana», si legge nel provvedimento pubblicato nell’Albo pretorio del Comune di Bologna.

La possibilità di tenere aperto fino alle 3 di notte, per i piadinari ambulanti, è stata concepita «considerato che in alcune aree la presenza dei citati operatori per orari protratti oltre l’una può costituire, oltre che garanzia di servizio minimo al consumatore, un elemento ambientale per contrastare e prevenire le situazioni urbane di isolamento e di degrado».

Agli esercenti con negozio, invece, viene chiesto di evitare di concentrare al giovedì la chiusura infrasettimanale.

Infine, gli espositori della Piazzola potranno aprire banco fra le 8 e le 17, «con possibilità di anticipare di due ore l’apertura e di posticipare di tre ore la chiusura».

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.