People Mover. Merola teme le banche più del processo

Bologna 27 feb.- “Più del processo temo le banche”. È il messaggio del sindaco Virginio Merola dopo i rinvii a giudizio per il People mover, la monorotaia non ancora costruita che dovrebbe collegare stazione e aeroporto ma che per ora è approdata in tribunale.

Il 9 aprile partirà il processo per l’ex sindaco Flavio Delbono e l’ex assessore Villiam Rossi, il numero uno del CCC (Consorzio Cooperative Costruzione) Piero Collina, i dirigenti del comune Patrizia Bartolini, Cleto Carlini e Francesca Bruni accusati a vario titolo di abuso d’ufficio e turbativa d’asta.

Il sindaco torna quindi a porre l’accento sul credito che le banche potrebbero concedere o meno alla monorotaia: “ci sentiamo tranquilli dal punto di vista legale meno da quello finanziario” ha detto, a margine di una conferenza stampa a palazzo d’Accursio. Già quest’estate il sindaco si era detto pessimista sull’apporto del credito bancario alla monorotaia salvo poi essere smentito da Fabio Roversi Monaco in qualità di presidente di banca Imi

La capogruppo di Sel in consiglio comunale Cathy La Torre lo mette però in guardia: “non sono d’accordo con Merola quando dice che il rinvio a giudizio non avrà conseguenze vedremo cosa deciderà la magistratura, ma l’accusa e’ turbativa d’asta: se l’ipotesi di reato venisse confermata, la gara d’appalto potrebbe venir meno” ha spiegato.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.