Pensatech. La banda larga non solo sul filo di rame

Terza puntata di Pensatech dedicata alla banda larga.

——————–

Glossatech

Banda larga  bandalarga

Digital divide digitaldivide

——————–

In questa puntata:

Al telefono con noi Stefano Quintarelli (@quinta), informatico, ci aiuta a fare il punto sulla diffusione della banda larga in Italia: “Non solo Adsl, ma anche WiMax o HyperLan”. quintarelli

Il prof. Antonio Pescapè ci parla dei progetti Bismark e HobbIT  per misurare l’efficienza della rete pescape-5min

Una segnalazione da Marco Trotta (da diretta@radiocittadelcapo.it ):

Il problema della banda larga in Italia è delle infrastrutture ma anche della cosiddetta net neutrality. Ovvero del fatto che i gestori della rete in Italia mantengano inalterato il principio per il quale i pacchetti di dati che circolano in rete siano tutti uguali e non vengano invece rallentati per motivi economici o posizioni di rendita.
Ad esempio già ora quasi tutti i provider di servizi internet in Italia rallentano i pacchetti di dati del VOIP, ovvero fanno in modo che chi utilizza Skype per comunicare – magari per risparmiare sulle comunicazioni all’estero – siano meno veloci rendendo questo servizio problematico (qualità del segnale pessima, difficoltà di connessione, ecc.). Il motivo è ovvio: dal loro punto di vista è preferibile che utilizzino i loro servizi (e quindi il telefono fisso) piuttosto che altro.
Gli ascoltatori possono scaricare un programma da qui per verificare quanto il proprio provider rispetta la neutralità della rete. E’ un servizio gestito da NEXA che è uno dei soggetti che organizzato l’IGF di Torino

Scarica l’intera puntata Scarica l’intera puntata (Licenza Creative Commons)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.