Paritarie. Per il ministro sono necessarie

22 mag. – A pochi giorni dal referendum consultivo sul finanziamento comunale alle scuole dell’infanzia paritarie private, sulla questione è intervenuto anche il neo ministro all’istruzione, Maria Chiara Carrozza. A Firenze per un convegno della Cisl scuola, il ministro con tessera Pd, ha detto: “L’interesse mio e del Ministero è appoggiare gli accordi che vedono il ruolo delle paritarie per coprire tutti i posti per i bambini”.

Il ministro ha poi proseguito parlando proprio dalla consultazione in programma domenica a Bologna, difendendo il sindaco Virginio Merola. “Penso che il referendum abbia dato un inquadramento politico che va al di là della necessità per i bambini stessi e delle famiglie di avere una risposta a settembre. Trovo anche un po’ scorretto – ha proseguito il ministro – non parlare dei bambini che vanno a scuola e parlare dei massimi sistemi, sono questioni importanti, quelle dei fondi pubblici alla scuola, ma sono questioni che devono stare un po’ fuori e non avere una ricaduta su chi deve garantire un servizio come il sindaco di Bologna”.

Secondo il ministro le scuole paritarie convenzionate “hanno un valore importante perché offrono un servizio che permette a un comune di soddisfare le esigenze delle famiglie”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.