VIDEO Palloncini colorati in Rettorato, 186 come i precari

Bologna, 29 ott. – Erano 186 i palloncini colorati che stamattina hanno invaso l’atrio del Rettorato, 186 come i precari tecnico amministrativi dell’Università di Bologna. Al rettore Ivano Dionigi i lavoratori chiedono la possibilità di prorogare i contratti a tempo determinato oltre i 36 mesi, anche tramite un accordo locale specifico.

A fine anno perderanno il lavoro per scadenza del proprio contratto 17 persone, spiega Francesca Ruocco della Flc Cgil, “figure strutturali che andrebbero sostituite”. La perdita del posto di lavoro potrebbe impedire di rientrare nella copertura del decreto D’Alia, che prevede concorsi per i dipendenti a tempo con almeno 3 anni di servizio svolti negli ultimi 5.

Tra le persone che rischiano il posto ci sono anche persone che lavorano all’Unibo da 8 anni.

Il rettore ha dato la propria disponibilità a considerare la possibilità di applicare un’interpretazione meno restrittiva della legge, come già successo, secondo quanto raccontano i sindacati, con il Comune di Bologna e alcuni centri di ricerca. Dionigi si è riservato di mettere in campo ulteriori verifiche in questi giorni. Se una risposta non arriverà entro il prossimo Cda i lavoratori hanno promesso che saranno presenti. “Se il problema non sarà risolto faremo come al Policlinico di Torino dove i precari hanno occupato” annunciano.

Per protesta le Rsu dei lavoratori non saranno presenti domani all’inaugurazione dell’anno accademico, quando verrà consegnata la laura ad honorem ad Aung San Suu Kyi. Al loro posto ci saranno due lavoratori con contratti a tempo determinato.

precari università Bologna

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.