E’ il momento di Netmage

A palazzo Re Enzo è in corso Netmage: l’appuntamento internazionale dedicato alle arti elettroniche, visive, musicali e performative.  L’evento, curato da Xing, presenta a Bologna gli artisti dei tre progetti vincitori, tra i 200 inviati al bando internazionale: Rachida Ziani/Dewi de Vree dall’Olanda, André Goncalves dal Portogallo, e il duo Nassa (Nadav Assor/Surabhi Saraf) dagli Stati Uniti.
In programma, in prima assoluta, anche una serie di live-media commissionati ad artisti visivi, sonori e performativi.

Nella sala principale troveremo la riproposta di esperienze storiche della cinematografia sperimentale d’ avanguardia con Lee Hangjun e Hong Chulki dalla Corea,  lo statunitense Aaron Dilloway dagli Stati Uniti, fondatore della seminale band rock-noise Wolf Eyes e le esplorazioni impro-free-noisee di My Cat Is An Alien.
La serata finale di sabato vedrà come protagonisti Be Maledetto Now, Richard Lainhart e Cluster, leggendaria formazione tedesca, a cui è stato affiancato l’artista Canedicoda per un’inedita collaborazione visiva.

Un secondo spazio, lo spazio Mangrovia è dedicato alla più estrema sperimentazione audio e visiva, tra cui il post-metal e il registro cinematico del duo Ectoplasm Girls, quello più sciamanico di The Magic State dell’artista visiva Nadine Byrne.

Per la sezione Performing Arts, da citare ‘Hauts Cris‘ (miniature) di Vincent Dupont, figura singolare nel campo della coreografia contemporanea francese con un passato di attore e musicista.

Per la notte conclusiva il festival si sposterà in tre location diverse collegate da una navetta gratuita in funzione per tutta la notte: il Locomotiv, il Laboratorio Crash e il Cassero.

‘Netmage’ è sostenuto, tra gli altri, dagli assessorati alla cultura di Regione Emilia-Romagna e Comune di Bologna.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.