Nell’Italia che crolla L’Alma Mater “tiene”

L‘università di Bologna è fra le migliori 200 al mondo. E’ quanto emerge dalla ottava edizione della classifica Qs World university ranking.
L’Alma Mater, 183/esima, pur avendo perso alcune posizioni rispetto al 2010, quando era 176/a, è il primo ateneo italiano. Dopo ci sono La Sapienza di Roma (210/a), l’università di Padova (263/a), l’università di Milano (275/a) e il politecnico di Milano (277/o). Nella classifica sono 21 gli atenei italiani. In testa rimane Cambridge, prima anche nel 2010, subito seguita da Harvard.

La discesa dalla 176/a alla 183/a posizione nella classifica degli atenei, secondo il rettore dell’Università di Bologna Ivano Dionigi “é un’oscillazione fisiologica che ci consente tuttavia di rimanere l’unico Ateneo italiano tra i primi 200 a fronte di oltre 2900 università valutate”. “Mantenere una posizione praticamente invariata di questi tempi avari di fondi e di turnover – ha commentato con soddisfazione – resta comunque una bella notizia che ci gratifica e ci spinge a fare meglio nei confronti di competitori stranieri che vantano ben altre risorse per la ricerca e la formazione”.(ANSA).

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.