Arriva la mutua di fabbrica alla Ducati Energia

Bologna, 5 nov. – Dall’inizio di novembre i lavoratori di Ducati Energia hanno diritto al rimborso di una serie di spese mediche, per loro stessi e per i familiari a carico. L’azienda, infatti, ha sottoscritto a proprie spese un piano sanitario integrativo con Unisalute a favore dei propri dipendenti, che potranno vedersi così rimborsare sia i ticket versati al Servizio sanitario nazionale (sia per visite specialistiche, sia per accertamenti diagnostici), che tutta una serie di prestazioni (che vanno dai ricoveri, alle visite ed accertamenti specialistici, alle cure dentarie, alla fruizione di una o due ablazioni gratuite l’anno).

Il piano sanitario integrativo è stato illustrato oggi a tutti i lavoratori di Ducati energia in assemblee ad hoc convocate dalla Fiom-Cgil e dalla rsu aziendale. Ducati Energia occupa 210 persone, tra operai e impiegati, a Borgo Panigale, più’ altre 17 dipendenti nella controllata Crd di Rovereto.

Si tratta di un’iniziativa, sottolinea il sindacato, che si colloca in continuità con la recente esperienza dei fondi sanitari integrativi nel settore metalmeccanico a Bologna. “Un’esperienza che non va ad impoverire il sistema sanitario pubblico- si legge nella nota- i lavoratori beneficeranno infatti di un risparmio familiare mediante il recupero di quote di denaro”.

“Si tratta di una concreta risposta all’attuale situazione per la quale, prendendo come scusante la crisi economica, il sistema sanitario pubblico viene pesantemente messo in discussione per favorirne la privatizzazione: da un lato tramite continui tagli; dall’altro sfruttando i bassi salari dei lavoratori che, proprio per questo, tendono a curarsi sempre meno trascurando così la loro salute” conclude la nota.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.