Maiole: musica per la generazione Erasmus

27 ott. – Maiole, ventidue anni, è uno degli artisti elettronici più in crescita nel panorama musicale italiano. Il suo secondo lavoro Music For Europe, pubblicato da Malinka Sound, segue l’esordio Last For Motifs e si candida indubbiamente a diventare uno degli album elettronici dell’anno.

L’ispirazione per il disco è arrivata a Bruxelles, luogo non casuale per quello che sarebbe diventato un concept album sulla Generazione Erasmus: “Io mi sono sempre sentito europeo,” spiega Marco. “L’idea dell’album è nata perché ho dovuto confrontarmi con persone che, in effetti, non la pensavano come me”. Le tracce sono nate tra il Belgio, appunto, e lunghe peregrinazioni fraParigi, Bologna, Francoforte. “Volevo manifestare questo mio sentirmi europeo; secondo me a lungo termine è inevitabile che tutti la pensino così”. Le radici europee di questo lavoro non si fermano alle intenzioni: il sound di Maiole è un concentrato di eurodance elegante e di groove italo-disco, un meticcio deliziosamente danzereccio che incrocia french touch, derive lounge ed un approccio particolarmente accademico alla scrittura. Maiole infatti, a differenza di molti colleghi, scrive i propri brani sul pentagramma prima di tradurli sul proprio computer.

Marco Maiole viene da S. Maria Capua Vetere, vicino Caserta, ma vive a Bologna da un paio d’anni: “Mi trovo benissimo qui, non me ne andrò di sicuro nei prossimi tempi”. Questa sera, proprio nella nostra città, aprirà il concerto di Tycho, uno dei più rilevanti artisti chill-ambient dell’attuale panorama elettronico internazionale. “L’Estragon qui a Bologna è il club più grande in cui si possa suonare, è una cosa grossa”, racconta Maiole. “È bello vivere in una città ed arrivare alla venue più grossa che c’è.”

“Per preparare i set di questo album ho estratto dei campioni dal mio disco, ma tutte le strutture e i suoni percussivi sono ricostruiti dal vivo in base alla situazione, alla gente, all’ambiente circostante. Ogni live è unico e non è ripetibile” prosegue Marco. “Aprire Tycho mi fa gasare perché avrà un pubblico educato, mi troverò a proporre delle cose a persone che sono preparate a quello che sottoporrò loro.”

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.