Morti per amianto: cinque condanne

13 mar. – Condanne a pene comprese tra due mesi e un anno per cinque dirigenti delle Officine Grandi Riparazioni di Bologna. Erano accusati di omicidio colposo per la morte di 12 ex operai delle Ferrovie dello Stato, uccisi dall’esposizione all’amianto. La decisione è del giudice monocratico Arnaldo Rubichi. Luigi Fiorentini, responsabile delle Ogr, Mario Gori e Giorgio Tescola, responsabile dell’ufficio centrale Grande Riparazione del materiale rotabile, sono stati condannati a un anno, mentre Franco Cataoli, dirigente delle Officine, a dieci mesi. Due mesi per Antonio Lentini, responsabile dell’ufficio sanitario compartimentale di Bologna, in continuazione con una precedente condanna, del 2003, per la morte di altri due lavoratori. Assolti altri due ex dirigenti, come chiesto dal pm Rossella Poggioli: non sono colpevoli, secondo il giudice, perché assunsero un ruolo direttivo dopo il 1980, quando alle Ogr erano già stati avviati interventi di bonifica e trasformazioni dell’ambiente di lavoro. La sentenza prevede anche una provvisionale di 50 mila euro che la Filt-Cgil, parte civile nel processo, devolverà all’Associazione lavoratori bolognesi esposti all’amianto.

Ascolta Maurizio Lunghi segretario provinciale della Filt-Cgilmaurizio-lunghi

L’avvocato di parte civile Donatella Ianelli ha espresso la sua soddisfazione: “E’ una sentenza che ha accolto in pieno la tesi dell’accusa e della parte civile relativa all’assenza totale di prevenzione alle Officine Grandi Riparazioni di Bologna, mentre in quegli anni la disciplina sulla tutela dall’asbesto e dalla polvere c’era da tempo”.

Ai nostri microfoni Antonio Matteo, che all’Ogr ha lavorato durante gli anni Settanta e che reagisce così alla notizia della sentenza.antonio-matteo-ex-lavoratore

I cinque ex dirigenti delle Ogr di Bologna condannati oggi saranno nuovamente processati il prossimo maggio dal Tribunale monocratico del capoluogo emiliano per il decesso, a cavallo tra il 2005 e il 2006, di altri due ex lavoratori, morti a 80 e 85 anni di mesotelioma pleurico, impiegati dalle Ferrovie dello Stato fin dagli anni Cinquanta ed esposti all’amianto.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.