Merola: “Nel Pd discussione non all’altezza sul dopo Errani”

Merola_ufficio_2014_lunga

Bologna 23 lug.- Nel Partito Democratico manca una discussione su quella che sarà la nuova Regione del dopo Vasco Errani. E questo perchè “prevale un’idea di posizionamento sulle primarie che poi sminuisce lo stesso ruolo delle primarie”. Il sindaco Virginio Merola, nel giorno dell’addio di Errani, risponde alle nostre domande sull’Emilia Romagna che verrà e sul ruolo del Pd alle prese con la scelta del candidato che correrà alle prossime elezioni regionali. Per il sindaco la discussione in questo momento non è all’altezza perchè è ancora impantanata sui nomi. Merola spiega che sta chiedendo ad altri sindaci democratici dei capoluoghi dell’Emilia Romagna di condividere un documento che rappresenterà un contributo programmatico per la nuova Regione.

Rispetto al futuro dell’Emilia Romagna il sindaco Merola ha le idee chiare e come ha già ribadito vanno create le condizioni per costruire a tappe accellerate il “sistema urbano regionale”. Questo significa che “non ci possiamo permettere più tante fiere non accorpate in un progetto comune: Parma, Bologna e Rimini devono assolutamente trovare le condizioni per essere una holding”. Così per il sistema degli aeroporti, così per il trasporto pubblico locale. Merola pensa ad una Regione che abbia un ruolo di indirizzo e programmazione ma non di gestione che invece spetterebbe ai sindaci.

Quanto al ruolo di Matteo Renzi nella scelta del futuro candidato Merola trova che “chiedere a Renzi in quanto segretario del partito di decidere chi debba fare il presidente è francamente improprio”. Serve un giudizio sul governo che c’è stato e bisogna farla finita con un certo “nuovismo”. “Non è questo il tema – spiega Merola – perchè mi sembra che tutti quelli che hanno alzato la mano finora hanno condiviso le politiche regionali”. Insomma: “Spero che non si dia l’idea che il passaggio a Renzi significa che prima c’era un’oligarchia decadente e ora c’è una dittatura imperante perchè non è questo che dice Renzi”. Il sindaco spera che questa discussione si possa fare il 1 agosto, quando è fissata la riunione della direzione regionale del Pd, e spera di arrivare a quell’appuntamento con il documento condiviso con gli altri colleghi sindaci.

Ascolta

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.