Merola apre a Xm24: “No allo scontro, le forme di partecipazione si troveranno”

Bologna 23 nov. – Non è il momento dello scontro frontale tra la giunta e il centro sociale Xm24. I piani di Palazzo d’Accursio non cambiano, ma i toni restano quelli del dialogo. La conferma è arrivata ieri sera, a margine del consiglio di Consiglio di Quartiere al Navile. Il sindaco ha precisato quel che il Comune prevede per via Fioravanti: una ristrutturazione e poi un progetto di cohousing (non “case popolari” quindi come detto inizialmente) sulla falsariga del progetto Porto15 di via del Porto, che da più di un anno ha messo in campo spazi comuni e affitti calmierati tra i 290 euro e i 390 euro al mese per giovani e coppie. Dal sindaco è arrivata anche l’apertura agli attivisti di Xm24, che avevano appena messo nero su bianco la loro indisponibilità alla partecipazione al bando-avviso pubblico annunciato dall’amministrazione. “La attività in Xm24 – si legge in un comunicato pubblicato sul sito del centro sociale – non concorrono per uno spazio: sono lo Spazio!  Senza un passo indietro e senza evitare alcun confronto purché parta dal riconoscimento della autogestione“. La risposta del sindaco è arrivata ieri sera: “Se uno vuole partecipare ben venga, poi le forme si trovano. Non ci sono le condizioni per uno scontro e credo che nella loro esperienza ci siano aspetti positivi. Sta per uscire un bando che riguarderà molti spazi in città, c’è possibilità di dialogo”.

 

      Merola sul futuro di Xm24

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.