Mense Bologna. Ipotesi di accordo per un appalto di 5 anni

Bologna, 5 mar. – Il Comune di Bologna ha siglato un’ipotesi di accordo con Cgil, Cisl e uil sulla gara per l’assegnazione del servizio di refezione scolastica. Fra i punti condivisi, l’impegno a salvaguardare l’occupazione e la qualità del servizio. “C’è l’impegno a fare durare il contratto 5 anni anziché 4 e a mantenere inalterato il ramo d’azienda”, entra nel dettaglio Alessio Festi della Cgil di Bologna, spiegando che i lavoratori oggi dipendenti della partecipata Seribo manterranno il proprio contratto e dunque non dovranno passare per le novità introdotte dal Jobs Act.

Ora i sindacati confederali sottoporrano l’ipotesi ai lavoratori. Il sindacato di base Usb, invece, si è riservato di dare una risposta entro domani.

“Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’intesa”, hanno dichiarato gli assessori Marilena Pillati e Matteo Lepore impegnati nella trattativa, che dovranno portare la nuova proposta in Consiglio comunale. Fra gli impegni presi oggi anche quello di realizzare il nuovo centro pasti nell’area Bertalia Lazzarretto.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.