“Maschiacci”. Un libro sulle donne che fanno un lavoro informatico

reginazabo

Foto tratta dal sito di Regina Zabo

2 feb. – In Italia le donne che lavorano nel settore informatico non sono ancora molte e a loro stesse, spesso, sembra di fare “un lavoro da maschi”. Quante siano è difficile dirlo, perché “dati disaggregati su questo settore non sono stati prodotti dall’Istat”, ci racconta Marta Mulas, che dalla sua tesi di laurea in Sociologia ha tratto l’ebook Maschiacci. La costruzione del genere nel lavoro informatico.

L’autrice ha intervistato 14 donne fra 27 e 45 anni che fanno lavori cognitivi all’interno del settore informatico. Non si sentono nerd, ma usano il loro lavoro in modo strumentale. Quasi sempre si sentono percepite fuori luogo, perché l’informatica è ancora concepita come una cosa da uomini e in effetti in Italia è ancora profondo il gender digital gap

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.