Manifesti fascisti. Merola minaccia un esposto



12 apr. – Sono apparsi in zona Borgo Panigale-Casteldebole, a pochi metri dall’ultima fermata del bus di via Salvemini, e a darne notizia è il blog Non Leggerlo. I manifesti di “Fascismo e Libertà“, in cui fa bella mostra il fascio littorio mussoliniano, sono stati affissi nelle bacheche del Comune di Bologna, con tanto di timbro regolare.

“Non è possibile fare una censura preventiva sui manifesti” spiegano da Palazzo d’Accursio, dove però si sta pensando di muoversi con un esposto. A darne notizia è lo stesso sindaco Virginio Merola che in una nota ribadisce il “dissenso nei confronti dei contenuti dei manifesti e rigetta ogni richiamo all’ideologia fascista”. “Bologna è Città Medaglia d’Oro della Resistenza, questa nostra cultura non deve mai venire meno” ricorda poi il sindaco che anticipa che verrà valutato nelle prossime ore se “formulare un esposto alla Procura della Repubblica perché accerti la sussistenza di ipotesi di reato riferibili al contenuto dei manifesti in questione”.

L’immagine, tratta dal blog Non Leggerlo, è di Paolo Marchegiani.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.