“Mai visto un euro per il terremoto”

Terremotati tra i terremotati28 mag. – A un anno dal servizio svolto dopo il terremoto in Emilia, i Vigili del Fuoco non sono stati pagati. Lo denunciano i pompieri dell’Unione sindacale di base, che questa mattina hanno fatto un presidio sotto le torri della Regione Emilia-Romagna. “Mai preso un euro per la nostra opera svolta in turni straordinari massacranti, anche di 24 ore continuative“, spiegano.

Ascolta Le voci dei vigili del fuoco

Il sindacato di base da oggi è in stato di agitazione regionale anche per i tagli delle risorse, meno 35% in 10 anni, denunciano. Secondo Ciro Bartolomei, vigile del fuoco e coordinatore regionale di Usb, si sta continuando a “formare e vestire” nuovi vigili allargando il precariato, che oggi in regione conta 5 mila unità, mentre sarebbe necessario indirizzare le risorse alla stabilizzazione di almeno 5-600 vigili.

Bartolomei segnala che a Bologna manca ancora il campo base previsto per gli interventi in caso di calamità.

Ascolta Ciro Bartolomei, vigile del fuoco

I vigili di Usb stanno cercando di proporre un disegno di legge per la creazione di un Corpo nazionale di protezione civile che faccia perno sui Vigili del Fuoco. Questa mattina erano in Regione anche per presentarlo all’assessore con delega alla Protezione civile Paola Gazzolo.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.