M5S. Espulso Andrea Defranceschi

Bologna 13 ott.- Andrea Defranceschi è stato espulso dal Movimento 5 Stelle. L’annuncio è stato fatto, via blog, da Beppe Grillo dopo la decisione della corte dei conti dell’Emilia Romagna che ha condannato Defranceschi e altri capigruppo di partiti in Regione a risarcire viale Aldo Moro per il caso delle interviste a pagamento in tv.

Defrancheschi con gli altri capigruppo ha annunciato ricorso e, come è avvenuto in un altro caso, le sezioni riunite della corte dei conti a Roma potrebbero ribaltare la sentenza.

In ogni caso è l’epilogo finale di una vicenda che aveva già visto Defranceschi nel mirino di Grillo e Casaleggio per altre vicende. Il consigliere regionale avrebbe voluto ricandidarsi ma non è riuscito ad inserire il suo nome quando si è trattato di votare per le “regionarie“.

Non sembra delinearsi nessun’altra possibilità di candidatura per l’ex grillino. Dalla lista civica “Liberi Cittadini“, sostenuta da fuoriusciti Cinque Stelle, fanno sapere che un suo ingresso non è previsto. “Sono i dieci piccoli indiani, manca Pizzarotti e tutti quelli che erano nel Movimento Cinque Stelle all’inizio sono stati cacciati” commenta il cacciato per eccellenza Giovanni Favia che esprime anche vicinanza umana all’ex compagno di partito.  E Federica Salsi aggiunge: “Anche lui ha bisogno di un momento di riflessione, non sarebbe opportuno né credibile cooptarlo”.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.