L’ombelico di fuori – Saragozza

 


Bologna, 8 apr. – Al Dall’Ara si praticano l’atletica, le arti marziali, il nuoto ma soprattutto, ovviamente, il calcio. Casa del Bologna FC e dei suoi tifosi, lo stadio è al centro delle cronache cittadine non solo per ragioni sportive ma anche strutturali: il Comune e il club rossoblù hanno messo in campo un progetto di ristrutturazione di cui, dice il giornalista Emilio Marrese, “si sentirà parlare ancora nei prossimi anni”.
Risalendo via Andrea Costa fino a via Irma Bandiera si entra nel ‘Villaggio della Rivoluzione fascista’: 56 alloggi e 11 villette, molte delle quali rimaste completamente abbandonate. Qui si trova la Casa del Popolo “Casetta Rossa”, sede dell’ANPI Sezione Saragozza “Ferruccio Magnani”.

Alle pendici dei colli si affaccia il Parco di Villa Spada, al cui interno si scopre il monumento alle donne partigiane della provincia di Bologna, la biblioteca Oriano Tassinari Clò e il Museo del Tessuto e della Tappezzeria “Vittorio Zironi”, chiuso dal 2018. Affianco, Villa delle Rose, spazio che il MAMbo dedica a esposizioni temporanee ed eventi.
Al quartiere Porto-Saragozza è nata l’esperienza di Rusko, associazione che promuove attività di autoriparazione e rigenerazione dei beni come alternativa al rifiuto, ancora senza sede. Mentre in viale Pepoli 5 si incontra l’ex manicomio provinciale Francesco Roncati, i cui spazi ospitano la redazione di Psicoradio, testata radiofonica formata da pazienti psichiatrici nata nel marzo 2006.

      L'ombelico di fuori - Saragozza

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.